Domenica, 19 Gennaio 2020

Amministrazione trasparente

amministrazione trasparente

Albo Pretorio Online

Albo online

Bacheca sindacale (comunicati)

bacheca sindacale

Attività didattiche della scuola

calendario scolastico

Progetti PON FSE e FESR

amministrazione trasparente

Progetti POR Calabria

Albo online

A+ R A-

Attività di scuola

Mobilità Internazionale, formazione interculturale e programmazione comunitaria

Risultati immagini per BXL EUROPE ASBL

L'azione educativa dell'ITAS ITC di Rossano non va in vacanza e sceglie il meglio per i propri ragazzi. Il progetto PON  'Mobilità Internazionale, formazione interculturale e programmazione comunitaria' è iniziato l’11 luglio 2019 e si è concluso il 7 agosto 2019.  Il Progetto ha coinvolto 15 studenti del triennio dei vari indirizzi per un periodo di tirocinio di 120 ore svoltosi a Bruxelles presso la  BXL EUROPE ASBL, un' agenzia formativa specializzata che vanta un'esperienza ventennale nel campo. Il progetto prevede una tipologia di integrazione con il mondo del lavoro in un contesto organizzativo transnazionale che favorisca lo sviluppo di competenze capaci di facilitare l’integrazione culturale, linguistica e lavorativa all’estero con il coinvolgimento dei tutor aziendali e di quelli scolastici. 

Grande la soddisfazione degli studenti e delle famiglie.

A Scuola di OpenCoesione 2019

Risultati immagini per opencoesione

Anche quest’anno l’IIS ITAS ITC è tra gli Istituti Scolastici a cui è stata data la possibilità di svolgere il progetto ministeriale OPENCOESIONE.

Cos’è A Scuola di OpenCoesione?

A Scuola di OpenCoesione (ASOC) è il progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni tipo, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto (Open Data), per aiutare gli studenti a conoscere e comunicare, con l’ausilio di tecniche informatiche, statistiche e giornalistiche, come le politiche pubbliche, e in particolare le politiche di coesione, intervengono nei luoghi dove vivono.

Il progetto nasce nell’ambito dell’iniziativa OpenCoesione e si avvale del sostegno finanziario dei Programmi per la Governance gestiti dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, che fornisce anche un supporto organizzativo, in particolare, attraverso la Biblioteca.

Cosa si impara con A Scuola di OpenCoesione?

Il percorso didattico

ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, storytelling nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione

Il percorso didattico è articolato in 5 lezioni, una visita di monitoraggio civico, la partecipazione attiva all’evento internazionale Open Data Day, un evento pubblico finale. La didattica è organizzata secondo un modello misto che prevede modalità di fruizione di contenuti online (tipo MOOC) e lavoro di gruppo project-based attraverso l’utilizzo di tecnologie, strumenti di condivisione online, blog, social network.

Per la prima volta, nell’edizione 2016-2017, le scuole hanno potuto scegliere di utilizzare il percorso didattico ASOC come contenuto delle attività di alternanza scuola-lavoro.

I riconoscimenti

Il progetto ASOC è citato nel Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR come buon esempio di progetto di monitoraggio civico e data-journalism in grado di implementare l’uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online.

ASOC, inoltre, ha ricevuto ampio risalto come best practice internazionale per l’utilizzo degli open data in ambito didattico nel volume “Open Data as Open Educational Resources”, pubblicato online da Open Knowledge Foundation (OKFN), la fondazione internazionale non profit che promuove l’accesso libero alla conoscenza attraverso l’apertura dei dati e delle informazioni.

A Scuola di OpenCoesione è anche al centro di due importanti ricerche: una condotta dall’Università Cattolica di Milano nell’ambito del Laboratorio sulla valutazione delle politiche IMPACT e finalizzata a misurare la civicness degli studenti come insieme di competenze utili all’esercizio della cittadinanza attiva, e una promossa da Open Government Partnership e realizzata da Parliament Watch Italia, dedicata a OpenCoesione e alle iniziative correlate A Scuola di OpenCoesione e Monithon.

Reti Territoriali
Le scuole che partecipano al percorso di A Scuola di OpenCoesione sono affiancate sui territori dai Centri di Informazione Europe Direct – EDIC (grazie a uno specifico accordo con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea) e da Organizzazioni e Associazioni volontarie che, assieme a docenti e studenti selezionati, sono formati sui temi del monitoraggio civico e delle politiche di coesione. Uno degli obiettivi principali di ASOC, infatti, è coinvolgere la cittadinanza nella verifica della spesa pubblica.

Partner Istituzionali
ASOC
 si realizza anche attraverso accordi e convenzioni con partner Istituzionali che, oltre a valorizzare il percorso didattico su scala nazionale e internazionale anche tramite accordi per premi, sponsorship e incentivi alla partecipazione delle scuole, si impegnano a sviluppare e a produrre materiale didattico integrativo utile alle attività di monitoraggio civico, a sostenere il team centrale nell’organizzazione degli eventi e ad agevolare i processi di comunicazione verso i docenti, gli studenti e gli altri partner coinvolti.

Miur: per l’attuazione del progetto ASOC che rinnova l’Accordo già sottoscritto nel maggio 2013

Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: per la promozione dell’iniziativa OpenCoesione attraverso la rete Europe Direct in Italia (maggio 2014)

Collaborazioni
Grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, formalizzato dall’edizione 2017-2018, viene attribuito uno specifico riconoscimento a una delle classi partecipanti al percorso ASOC, che risulta pertanto vincitrice di un evento premio-visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell’Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma oltre a un approfondimento sull’utilizzo dello strumento regolamentare dell’indagine conoscitiva.

Le collaborazioni regionali ASOC, inaugurate nell’edizione 2016-2017 dall’accordo concluso con la Regione Autonoma della Sardegna, e proseguite nell’edizione in corso con l’accordo stipulato con la Regione Calabria e, da ultimo, con la Regione Siciliana, permettono di rafforzare le attività progettuali sui territori di riferimento, attraverso azioni specifiche volte a supportare gli istituti scolastici che partecipano al percorso didattico ASOC.

L’obiettivo è quello di consolidare la rete delle scuole a livello regionale, fornire contenuti didattici integrativi, favorire il confronto con attori istituzionali e altri soggetti locali interessati dalle ricerche svolte dalle scuole, organizzare eventi e altre forme di animazione territoriale, mettere a disposizione premi aggiuntivi per le migliori ricerche realizzate dalle scuole della regione.

Obiettivi didattici in sintesi

  • Comprendere e promuovere principi di cittadinanza consapevole
  • Praticare il monitoraggio civico
  • Apprendere e applicare metodi e tecniche del data journalism
  • Sviluppare competenze statistiche
  • Sviluppare competenze digitali, con particolare riferimento all’utilizzo di open data
  • Apprendere norme, regole e modalità tecniche di pubblicazione di contenuti cross-mediali
  • Apprendere e applicare tecniche di storytelling e comunicazione innovativa
  • Sviluppare “soft skills” (competenze trasversali) quali lavoro progettuale, lavoro di gruppo, senso critico, problem-solving
  • Comprendere e praticare metodi avanzati di raccolta informazioni (social research methods)

INTEGRAZIONE NELLA DIDATTICA

Le modalità di integrazione del progetto ASOC all’interno della didattica possono essere valutate autonomamente dal singolo consiglio di classe. È ad esempio possibile attuare il percorso ASOC come contenuto didattico curricolare o extracurricolare, nonché come percorso di Alternanza Scuola Lavoro anche coinvolgendo le reti territoriali a supporto del progetto.

Premio Vincenzo Padula 2019

Risultati immagini per premio padula acri

Anche quest'anno, gli studenti dell'IIS ITAS-ITC di Rossano hanno fatto parte della Giuria di Selezione della XII edizione del Premio Vincenzo Padula. Lunedì 21 Ottobre, i "giovani giurati" hanno dialogato con Michela Marzano, autrice del romanzo Idda. Sabato 23 Novembre, durante la manifestazione finale, la studentessa Nancy Martilotti della classe IV B indirizzo LES, è salita sulla vetta più alta del podio dei vincitori. Gli studenti, infatti, dopo aver letto la terna di romanzi in concorso e dopo aver votato il vincitore, hanno realizzato la propria recensione. A Nancy Martilotti, gli auguri della Dirigente e di tutto il corpo docente.

“Il Web: rischi ed opportunità” - Digibites

Risultati immagini per Digibites

Sabato 9 novembre si è tenuto presso l’Istituto Comprensivo Itas-Itc di Rossano il primo seminario formativo organizzato dal Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris”.
I giovani alunni delle prime classi sono stati protagonisti e parte attiva del dibattito su una tematica attuale quale è il rapporto con il mondo virtuale. Il convegno dal titolo “Il web: rischi ed opportunità” ha ricevuto l’apporto di esperti nel settore della sicurezza informatica, quali Saverio Canotto, Junior Consultant presso “NTT Data” sede di Rende (CS), Domenico Licciardi, CyberSecurity Specialist presso “Intuity” Roma ed Ilaria Bossio, giurista e tirocinante presso la Suprema Corte di Cassazione nonché Segretario del Rotaract Cub Corigliano Rossano “Sybaris”.
Tra gli argomenti affrontati particolare attenzione è stata data al fenomeno degli hackers, alla differenza tra deep web e dark net, alla problematica ormai molto diffusa del cyberbullismo ed alle sue differenze con il bullismo. Infine i ragazzi sono stati sensibilizzati ad un uso consapevole dei social network mediante l’elenco di una serie di regole-cautele (“Digibites”, pillole di digitale) da utilizzare per una navigazione protetta.
I relatori assieme agli organizzatori del seminario si sono recati in primo luogo presso il plesso Itas sito in Via Gigli, successivamente presso l’Itas di Via Nazionale. Al termine del seminario sono stati somministrati agli alunni dei questionari da compilare in forma anonima al fine di accertare statisticamente il rapporto dei giovani utenti con il web. I dati raccolti saranno inseriti all’interno di una piattaforma creata dal Rotaract Distretto 2100 e valutati a livello nazionale.
Presente in qualità di moderatore Laura Carnevale, Presidente del Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris” ed a supporto dell’organizzazione il Consigliere di Club Rossana D’Ambrosio.
Si ringrazia la Dirigente Dott.ssa Anna Maria Di Cianni, le Prof.sse Rossella Scaramuzza e Giuseppina Cersosimo e tutti i collabori scolastici per l’accoglienza e la puntuale organizzazione dimostrata.

 

 

Premio Padula

premio padula

Anche quest'anno, gli studenti dell'IIS ITAS-ITC di Rossano hanno fatto parte della Giuria di Selezione della XI edizione del Premio Vincenzo Padula.

Venerdì 9 Novembre, i "giovani giurati" hanno dialogato con Giuseppe Lupo, autore del romanzo "Gli anni del nostro incanto”.

Sabato 1 Dicembre, durante la manifestazione finale, la studentessa Elena Pia Graziano della classe VA indirizzo Turismo, è salita sul podio dei vincitori. Gli studenti, infatti, dopo aver letto la terna di romanzi in concorso e dopo aver votato il vincitore, hanno realizzato la propria recensione.

Ad Elena Pia Graziano, gli auguri della Dirigente e di tutto il corpo docente.

Anche quest'anno, gli studenti dell'IIS ITAS-ITC di Rossano hanno fatto parte della Giuria di Selezione della XI edizione del Premio Vincenzo Padula. Venerdì 9 Novembre, i "giovani giurati" hanno dialogato con Giuseppe Lupo, autore del romanzo "Gli anni del nostro incanto”. Sabato 1 Dicembre, durante la manifestazione finale, la studentessa Elena Pia Graziano della classe VA indirizzo Turismo, è salita sul podio dei vincitori. Gli studenti, infatti, dopo aver letto la terna di romanzi in concorso e dopo aver votato il vincitore, hanno realizzato la propria recensione. Ad Elena Pia Graziano, gli auguri della Dirigente e di tutto il corpo docente.