Mercoledì, 25 Novembre 2020

 

Risultati immagini per attività scuola

Tante le opportunità per gli studenti dell'IIS ITAS-ITC che, già da questi primi mesi di scuola, sono i veri protagonisti dell'azione formativa che l’Istituto persegue. Ancora prima dell’avvio del nuovo anno scolastico, nel mese di luglio, 15 studenti hanno avuto l’opportunità di vivere a Bruxelles un’esperienza unica di attività di alternanza scuola lavoro, oltre che linguistica, grazie a uno dei tanti Pon messi in atto già dal passato anno scolastico. La partecipazione alla Notte dei Ricercatori, all’Unical, ha dato inizio ad una serie di attività tutte di qualità.

Dal 19 al 26 Ottobre gli studenti dell’IIS ITAS-ITC sono stati tra i Messaggeri di #ioleggoperché, iniziativa che li ha visti protagonisti presso la Libreria Mondadori di Rossano per incentivare la lettura e l'acquisto di libri per la biblioteca scolastica, all’interno dell’evento nazionale di promozione della lettura organizzato dall'Associazione Italiana Editori.

Dalla partecipazione alle rappresentazioni in lingua straniera a quelle in italiano, da Greese a Il ritratto di Dorian Gray; dai seminari con la CRI e con l’AVIS, o con il direttore della Caritas, fino al seminario contro il Cyberbullismo organizzato con il Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris”, per continuare con le giornate di orientamento in uscita a Catanzaro, presso l’Università della Magna Grecia e all’Università di Bari, gli studenti rispondono con entusiasmo alle varie proposte formative e con un ruolo da protagonisti. La giornata del 25 u.s. non è passata inosservata: diversi i momenti di riflessione e significativa la partecipazione degli studenti al flash mob organizzato dal Comune. Importante e di grande rilievo la presenza degli studenti dell’indirizzo Turismo alla settimana della cultura d’impresa presso il Museo Amarelli. L’IIS ITAS-ITC si conferma, anche quest’anno, tra gli Istituti assegnatari del Progetto Ministeriale OpenCoesione. Numerosi i Protocolli già sottoscritti per dare la possibilità agli studenti di svolgere mini stage presso studi professionali, biblioteche, uffici comunali, librerie, laboratori odontotecnici ed ottici. Una scuola sempre attenta all’inclusione e alla valorizzazione dell’eccellenza, così come dimostra la partecipazione alla XII edizione del Premio Nazionale Vincenzo Padula che ha portato sul podio, al posto più alto, la studentessa Nancy Martilotti della classe 4 B Les, che, con la sua recensione sul libro Idda, di Michela Marzano, ha ottenuto il primo premio e i complimenti della dirigente, dei docenti tutti e degli studenti dell’Istituto.

 

A+ R A-

Attività della scuola

  • Anche quest’anno l’IIS ITAS ITC è tra gli Istituti Scolastici a cui è stata data la possibilità di svolgere il progetto ministeriale OPENCOESIONE.

    A Scuola di OpenCoesione. Educare nella scuola ad essere cittadini...  

    Cos’è A Scuola di OpenCoesione?

    A Scuola di OpenCoesione (ASOC) è il progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni tipo, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto (Open Data), per aiutare gli studenti a conoscere e comunicare, con l’ausilio di tecniche informatiche, statistiche e giornalistiche, come le politiche pubbliche, e in particolare le politiche di coesione, intervengono nei luoghi dove vivono.

    Il progetto nasce nell’ambito dell’iniziativa OpenCoesione e si avvale del sostegno finanziario dei Programmi per la Governance gestiti dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, che fornisce anche un supporto organizzativo, in particolare, attraverso la Biblioteca.

    Cosa si impara con A Scuola di OpenCoesione?

    Il percorso didattico

    ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, storytelling nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione

    Il percorso didattico è articolato in 5 lezioni, una visita di monitoraggio civico, la partecipazione attiva all’evento internazionale Open Data Day, un evento pubblico finale. La didattica è organizzata secondo un modello misto che prevede modalità di fruizione di contenuti online (tipo MOOC) e lavoro di gruppo project-based attraverso l’utilizzo di tecnologie, strumenti di condivisione online, blog, social network.

    Per la prima volta, nell’edizione 2016-2017, le scuole hanno potuto scegliere di utilizzare il percorso didattico ASOC come contenuto delle attività di alternanza scuola-lavoro.

    I riconoscimenti

    Il progetto ASOC è citato nelPiano Nazionale Scuola Digitaledel MIUR come buon esempio di progetto di monitoraggio civico e data-journalism in grado di implementare l’uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online.

    ASOC, inoltre, ha ricevuto ampio risalto come best practice internazionale per l’utilizzo degli open data in ambito didattico nel volume “Open Data as Open Educational Resources”, pubblicato online da Open Knowledge Foundation (OKFN), la fondazione internazionale non profit che promuove l’accesso libero alla conoscenza attraverso l’apertura dei dati e delle informazioni.

    A Scuola di OpenCoesione è anche al centro di due importanti ricerche: una condotta dall’Università Cattolica di Milanonell’ambito del Laboratorio sulla valutazione delle politiche IMPACT e finalizzata a misurare la civicness degli studenti come insieme di competenze utili all’esercizio della cittadinanza attiva, e una promossa da Open Government Partnership e realizzata da Parliament Watch Italia, dedicata a OpenCoesione e alle iniziative correlate A Scuola di OpenCoesione e Monithon.

    Reti Territoriali
    Le scuole che partecipano al percorso di A Scuola di OpenCoesione sono affiancate sui territori dai Centri di Informazione Europe Direct – EDIC (grazie a uno specifico accordo con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea) e da Organizzazioni e Associazioni volontarie che, assieme a docenti e studenti selezionati, sono formati sui temi del monitoraggio civico e delle politiche di coesione. Uno degli obiettivi principali di ASOC, infatti, è coinvolgere la cittadinanza nella verifica della spesa pubblica.

    Partner Istituzionali
    ASOC
     si realizza anche attraverso accordi e convenzioni con partner Istituzionali che, oltre a valorizzare il percorso didattico su scala nazionale e internazionale anche tramite accordi per premi, sponsorship e incentivi alla partecipazione delle scuole, si impegnano a sviluppare e a produrre materiale didattico integrativo utile alle attività di monitoraggio civico, a sostenere il team centrale nell’organizzazione degli eventi e ad agevolare i processi di comunicazione verso i docenti, gli studenti e gli altri partner coinvolti.

    Miur: per l’attuazione del progetto ASOC che rinnova l’Accordo già sottoscritto nel maggio 2013

    Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: per la promozione dell’iniziativa OpenCoesione attraverso la rete Europe Direct in Italia (maggio 2014)

    Collaborazioni
    Grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, formalizzato dall’edizione 2017-2018, viene attribuito uno specifico riconoscimento a una delle classi partecipanti al percorso ASOC, che risulta pertanto vincitrice di un evento premio-visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell’Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma oltre a un approfondimento sull’utilizzo dello strumento regolamentare dell’indagine conoscitiva.

    Le collaborazioni regionali ASOC, inaugurate nell’edizione 2016-2017 dall’accordo concluso con la Regione Autonoma della Sardegna, e proseguite nell’edizione in corso con l’accordo stipulato con la Regione Calabria e, da ultimo, con la Regione Siciliana, permettono di rafforzare le attività progettuali sui territori di riferimento, attraverso azioni specifiche volte a supportare gli istituti scolastici che partecipano al percorso didattico ASOC.

    L’obiettivo è quello di consolidare la rete delle scuole a livello regionale, fornire contenuti didattici integrativi, favorire il confronto con attori istituzionali e altri soggetti locali interessati dalle ricerche svolte dalle scuole, organizzare eventi e altre forme di animazione territoriale, mettere a disposizione premi aggiuntivi per le migliori ricerche realizzate dalle scuole della regione.

    Obiettivi didattici in sintesi

    • Comprendere e promuovere principi di cittadinanza consapevole
    • Praticare il monitoraggio civico
    • Apprendere e applicare metodi e tecniche del data journalism
    • Sviluppare competenze statistiche
    • Sviluppare competenze digitali, con particolare riferimento all’utilizzo di open data
    • Apprendere norme, regole e modalità tecniche di pubblicazione di contenuti cross-mediali
    • Apprendere e applicare tecniche di storytelling e comunicazione innovativa
    • Sviluppare “soft skills” (competenze trasversali) quali lavoro progettuale, lavoro di gruppo, senso critico, problem-solving
    • Comprendere e praticare metodi avanzati di raccolta informazioni (social research methods)

    INTEGRAZIONE NELLA DIDATTICA

    Le modalità di integrazione del progetto ASOC all’interno della didattica possono essere valutate autonomamente dal singolo consiglio di classe. È ad esempio possibile attuare il percorso ASOC come contenuto didattico curricolare o extracurricolare, nonché come percorso di Alternanza Scuola Lavoro anche coinvolgendo le reti territoriali a supporto del progetto.

    Presentazione Edizione 2019-2020

    Classe 3 A LES

    A Scuola di OpenCoesione (ASOC)è un percorso didattico innovativo finalizzato a promuovere e sviluppare nelle scuole italiane principi di cittadinanza attiva e consapevole, attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali.

    Il progetto ci ha permesso non solo di sviluppare competenze digitali, statistiche e di educazione civica, ma, intervenendo nei luoghi in cui viviamo, ci ha dato la possibilità di conoscere la situazione sanitaria della Sibaritide e di utilizzare tecniche giornalistiche, come le politiche pubbliche e in particolare le politiche di coesione.

    Così siamo riuscite a dare vita ad un vero e proprio gruppo di lavoro: I-CARE. Questo il nome con cui abbiamo deciso di battezzare il nostro team, perché meglio di tutti ci rappresenta.

    SIGNIFICATO DEL NOME

    “I-Care” (mi sta a cuore),è questa l’espressione che abbiamo pensato per identificare il nostro team, affinché possa rappresentare gli ideali simili, ma allo stesso tempo poliedrici, divulgati da Don Milani.

    Se don Milani dava maggiore risalto al MIGLIORAMENTO sociale -aiuto alle persone meno fortunate-, per noi I-CARE è simbolo di CRESCITA e AFFERMAZIONE SOCIALE. Lo spirito che anima il nostro team intende conoscere i temi della cittadinanza attiva per partecipare al miglioramento della Società.

     i care team


    SIGNIFICATO DEL LOGO

    Ventuno giovanissime ragazze e tanta voglia di MIGLIORARE PER MIGLIORARSI… il logotipo scelto è l’intreccio di radici, albero, figura femminile… simboli di vita, espansione, miglioramento, nutrizione, valori. Il nostro desiderio è quello di mettere sane e durature radici per assicurarci un futuro a misura di giovani con tante opportunità e ambizioni da realizzare. In questo processo è fondamentale l’aspetto progettuale che abbiamo rappresentato con la molteplicità delle radici che si sviluppano nel terreno fertile e allo stesso tempo sorreggono un fusto possente e copioso di rami.

    #litasitcnonsiferma

     

     

     Intervista al deputato Francesco Sapia (Mov. 5 Stelle)

     

  • On ne peut pas vivre sans tendresse

    Un altro piccolo tassello dei tanti lavori realizzati dagli studenti dell’ITAS ITC che formano un unico grande mosaico di lavoro di squadra, di confronto e di incoraggiamento reciproco. Tra i tanti testi letti, studiati, ascoltati, o commentati, gli studenti della 2 A Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, per sintetizzare la “lezione” imparata da questo periodo di confinamento e come colonna sonora al loro lavoro sulle emozioni, hanno scelto un brano dal titolo molto indicativo: “On ne peut pas vivre sans tendresse”: non si può vivere senza tenerezza… Un monito, un’esortazione ed un impegno rivolto a noi tutti, in particolar modo in questo periodo di Didattica della Vicinanza. Grazie Ragazzi e buona strada…

    #litasitcnonsiferma

    2ASAS

     

     

     

     

     

     

     

  • PERCORSI PCTO... Esperienze a confronto

    BRUNETYI         bongiorno

  • Gli alunni dell’IIS ITAS ITC, V^B Sistemi Informativi Aziendali, inviati speciali… del TG SIA.

    La realizzazione di un TG , " Il TG SIA" è  stata la felice intuizione che i nostri  ragazzi  hanno avuto  per tradurre in un prodotto digitale “ I diritti fondamentali  ( artt. 1-12) della nostra Costituzione, tema scelto per il percorso di Cittadinanza  e  Costituzione delle quinte classi in questo anno scolastico .

    Consapevoli che lo studio delle discipline giuridiche ed economiche è, per sua natura, sempre ancorato alla realtà viva , dove l'impostazione teorica trova riscontro ,  abbiamo deciso di dare un'impostazione nuova al nostro lavoro, dettata dal particolare momento che si stava vivendo.

     La nostra attenzione si è concentrata in particolare sull'art.2 della Costituzione, dove si afferma che la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo.... e dove, altresi' ,  si affermano i doveri inderogabili di solidarietà sociale.... Vivere in uno Stato di diritto comporta che tutti i diritti fondamentali possono, nei soli casi e modi previsti dalla legge,  subire delle limitazioni. L'attenzione dei ragazzi, pertanto,  si è concentrata su di esse, proprio nel momento in cui tutti le stavamo vivendo sulla nostra pelle in diverse forme e proprio quando il dovere di solidarietà sociale e dell 'agire  in vista del bene comune  sono diventati comportamenti necessari ,  un nuovo stile di vita, per uscire dall'emergenza Covid.

     Un particolare ringraziamento va a don Domenico Simari, che è intervenuto nel TG SIA ,offrendo il suo prezioso contributo al tema della limitazione della libertà di culto.

           Prof.ssa Angela Belfiore             .

      

  • Dopo il lockdown.

    Viaggiare è vivere molteplici vite ed emozionarsi ripetute volte alla vista di un panorama mozzafiato, un castello fiabesco, o in riva al mare fra le onde spumose.

    Le studentesse della classe IIB LES dell’IIS ITAS ITC di Rossano son state protagoniste di un percorso di ricerca-azione nell’ambito delle attività programmate in lingua e civiltà straniera inglese che ha permesso loro di esprimere il loro desiderio di evadere da una consuetudine costretta fra le mura domestiche.

    Lo studio e la creatività si sono dimostrate armi vincenti contro l’isolamento e la paura della malattia.

    Ida Parise

       #litasitcnonsiferma

    Fatto con Padlet
  • Dalla poesia alla vita: ispirati dai Sonetti shakespeariani – IIIA LES:

     134010162 d74ceea8 457f 4ef7 9504 12e4290190a51

    La luce e le ombre della vita sono tema fondamentale della poesia shakespeariana. Il sentimento eterno della ricerca della felicità nella vicinanza dell’amato ed il desiderio di ritrovarlo quando non ci è più accanto. L’intensità di questi sentimenti traspare dalle parole della poesia di William Shakespeare. I Sonetti rappresentanoun tragitto poetico in cui la vita si schiude potentemente da sua ogni metafora.

    La poetica del Bardo inglese ha arricchito il percorso didattico della IIIA LES nell’a.s. 2019/2020. Un anno scolastico contrassegnato da cambiamenti strutturali e relazionali della prassi pedagogica che hanno ridisegnato il nostro modo di fare scuola nel profondo e ci hanno costretto a ripensarci nei ruoli di insegnanti e discenti.

    Nonostante le titubanze iniziali, la solidità dell’Istituzione di cui facciamo parte, nella persona della sua Dirigente, Prof.ssa Anna Maria Di Cianni, ci ha spronato a consolidare i nostri rapporti e non perdere di vista i nostri obiettivi.

    Così, le studentesse della IIA LES dell’IIS ITAS ITC di Rossano hanno saputo trasferire i loro sentimenti per immagini poetiche in lingua inglese spronate dall’inalterata intensità dei versi shakespeariani, ma ispirate della loro realtà quotidiana.

    Ida Parise

      #litasitcnonsiferma

    Fatto con Padlet

     

  • #nonsoloscuola

    nonsoloscuola

     

    ANNO 2019/2020 • IIS-ITAS-ITC ROSSANO • Marzo - Aprile 2020

    Sfoglia il giornalino 

     

     

     


     

  • Il Maggio dei libri.

    Centro per il Libro e la Lettura - Il Maggio dei Libri

    Sì, #litasitcnonsifermae anche quest’anno partecipa a IL MAGGIO DEI LIBRI –SE LEGGO SCOPRO-

    Inizia domani la nostra staffetta di consigli, di libri del cuore Un Libro e anche Più per Ogni Giorno di Maggioche docenti e studenti, proprio come i tedofori, si passeranno e si scambieranno per aiutarsi a scoprire nuovi modi di guardare il mondo…

    «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.»

    Umberto Eco

    Continua… 

     

     

  • Realizzare le mascherine. Proposta dell'ITAS ITC di Corigliano Rossano, settore Moda.

    Istituto Tecnologico Tessile Abbigliamento e Moda – Sistema Moda

    La Scuola non si ferma e l’IIS ITAS ITC di Rossano continua ad accompagnare i propri studenti, soprattutto in questi mesi così delicati per tutti noi…

    Tra le tante attività di questo periodo di sospensione delle attività di didattica in presenza, oggi vogliamo proporre un tutorial che potrà essere utile a quanti vorranno realizzare delle mascherine. Le studentesse dell’Indirizzo Sistema Moda, guidate dalla loro docente, ci invitano a realizzarle, così come hanno fatto loro e a donarle a chi, in questi giorni, sta lavorando per il bene di tutti. Un tutorial semplice, ma molto utile…

    Un esempio, questo, di didattica di vicinanza che i docenti tutti dell’Istituto stanno realizzando con i propri studenti, continuando ad accompagnarli, nel migliore dei modi, alla fine dell’anno scolastico e alla tanto attesa Maturità. 

  • Igienizzante ITAS-ITC vs Amuchina

    WhatsApp Image 2020 03 01 at 14.56.09

    La geniale invenzione dell’ingegnere Oronzio Denora di Altamura, riprodotta anche nei laboratori dell’IIS ITAS ITC di Rossano dagli studenti del primo biennio di entrambi i plessi.

    Sì, stiamo parlando proprio dell’amuchina, l’igienizzante più ricercato, nominato, agognato e riprodotto in laboratorio in quasi tutte le Scuole e le Università d’Italia. E’ da diversi giorni, infatti, che anche nel nostro Istituto si utilizza il famoso igienizzante realizzato in laboratorio dagli stessi studenti supervisionati dai docenti di chimica. Dalla teoria alla pratica; non solo formule da imparare a memoria, ma la vera realizzazione di un compito di realtà con un prodotto finale utile e messo a disposizione dell’intera comunità per poter curare maggiormente l’igiene, favorire la prevenzione e rassicurare quanti frequentano la scuola dell’attenzione alle norme igieniche facendo leva, altresì, sulla conoscenza: unica arma contro la paura. E così, durante la lezione di chimica, gli studenti, indossati i camici e le mascherine, sono stati i veri protagonisti dell’apprendimento. Il primo dispenser di Igienizzante ITAS-ITCè stato offerto alla dirigente che ne ha subito autorizzato l’ulteriore produzione per le toilette e gli ambienti comuni di tutto l’istituto. Bravi ragazzi, bravi proff!!

     

    amuchina igienizzante itas itc

  • 42^ GIORNATA PER LA VITA - Aggiornamento

    Leggi la Circolare del Dirigente sulle modalità di svolgimento del seminario

     

    IMG 20200210 WA0039

     Leggi la Circolare del Dirigente sulle modalità di svolgimento del seminario

     

     

     

     

     

     

  • Avvio corsi di potenziamento di Lingua Tedesca e Spagnola

    lingue

    Si comunica a tutti gli studenti che dalla corrente settimana saranno avviati i corsi di Lingua Tedesca e Spagnola per il conseguimento delle relative certificazioni internazionali.
    I corsi, per un totale di 30 ore ciascuno, si svolgeranno in orario extracurriculare, presso la sede di via Nazionale, secondo i calendari di seguito specificati:  Scarica il calendario......

     

  • Formazione per gli studenti dell’IIS ITAS ITC di Rossano

    WhatsApp Image 2020 02 18 at 21.56.11

    Ancora un altro appuntamento di qualità e di formazione per gli studenti dell’IIS ITAS ITC di Rossano.

    Gli studenti dell'indirizzo Odontotecnico, infatti, così come previsto nella programmazione didattico-educativa e in riferimento al modulo interdisciplinare Cittadinanza e Salute, lo scorso 15 febbraio hanno partecipato al seminario "Igiene orale e prevenzione", tenutosi presso i locali dell'Aula Magna del plesso di Via Ugo Gigli.

    Il seminario, organizzato dal prof. Francesco Falbo, docente di Rappresentazione e Modellazione Odontotecnica, ha avuto come relatori il dott. Aiello Simone, Igienista Dentale; la dott.ssa Costa Ivana, Odontoiatra-Ortodontista e la dott.ssa Graziano Donatella, Odontoiatra-Endodondista. Ogni relatore è riuscito a coinvolgere i ragazzi affrontando differenti temi attraverso presentazioni, video e dimostrazioni pratiche.

    Ha introdotto l'incontro la prof.ssa Scaramuzza Rossella che, dopo aver porto i saluti della dirigente –dott.ssa Anna Maria DI CIANNI-, ha sottolineato l'importanza degli eventi formativi e informativi in ambiente scolastico ed ha focalizzato il suo intervento sulla deontologia della figura dell'odontotecnico.

    Nel primo intervento, il dott. Aiello ha presentato la figura dell'igienista dentale definendo il percorso di studio, le competenze e le possibilità offerte dal mondo del lavoro. Ha, poi, nell'ottica di promuovere la salute orale dei pazienti, effettuato dimostrazioni di igiene orale con l'utilizzo di spazzolino manuale, elettrico e filo interdentale. Successivamente, la dott.ssa Graziano, ha incentrato il suo intervento sulla corretta alimentazione e sulla prevenzione primaria della carie, fornendo preziosi consigli agli studenti. Infine, la dott.ssa Costa ha, invece, affrontato il problema della malocclusione dentale, intesa come errata chiusura delle arcate dentali e relativi rimedi.

    Entusiasti tutti i ragazzi che hanno seguito con interesse i vari interventi ed hanno dato il loro personale contributo facendo opportune domande e partecipando attivamente alle dimostrazioni dal vivo. Nella stessa giornata i ragazzi hanno risposto alle domande di un test statistico, fornito dagli specialisti, finalizzato alla percezione dell'educazione sanitaria e alle corrette abitudini dell'igiene orale.

    I relatori, anche loro entusiasti, hanno deciso di continuare l’esperienza di formazione e si sono resi disponibili alla realizzazione di stage che andranno ad arricchire ulteriormente il percorso dei nostri studenti, futuri odontotecnici professionisti.

    WhatsApp Image 2020 02 18 at 21.56.12

    WhatsApp Image 2020 02 18 at 21.56.13

    WhatsApp Image 2020 02 18 at 21.56.13 1

     

  • "STRAORDINARIA L'ACCOGLIENZA RISERVATA AI CROCERISTI..."

    Risultato immagini per Spirit of Discover"

    Presenti anche gli studenti dell'indirizzo Turismo dell'IIS ITAS-ITC di Rossano che hanno accolto e guidato i turisti di lingua inglese per le vie del centro storico con grande professionalità, competenza, padronanza linguistica e la solarità che li contraddistingue. Un ringraziamento speciale al Comune di Corigliano Rossano che coinvolge da sempre i nostri studenti nelle varie manifestazioni culturali e turistiche del territorio.

    Da Rossano blog:
    Straordinaria l'accoglienza riservata ai croceristi, provenienti dall'Inghilterra, che, a bordo della nave "Spirit of Discovery", sono approdati al Porto di Corigliano. I tanti turisti, dopo il benvenuto da parte dell'assessore al turismo: Tiziano Caudullo, hanno visitato il Castello Ducale di Corigliano e il centro storico bizantino di Rossano con tappa al Museo Diocesano in cui hanno ammirato il ricco patrimonio religioso in esposizione e, soprattutto, il Codex Purpureus Rossanensis (Patrimonio dell'Unesco).

    In seguito, poi, hanno fatto tappa alla Cattedrale, alla Panaghjia, al San Marco e nella centralissima Piazza Steri dove, per l'occasione, sono stati allestiti gli stand con l'esposizione e la degustazione, gratuita, dei numerosi prodotti tipici locali. Gli studenti della Scuola Alberghiera “Majorana” di Rossano, invece, hanno preparato il risotto della Piana di Sibari con gamberetti ed agrumi. Un primo piatto che è stato apprezzato dai tanti visitatori. Presenti anche gli stand, oltre della Confartigianato, della Coldiretti e di Campagna Amica, grazie anche alla presenza del Presidente Antonello Fonsi, che hanno offerto i loro prodotti, a chilometro zero, ai tanti croceristi. Gli stessi croceristi, oltre a visitare l'incantevole centro storico bizantino, hanno potuto ammirare, presso l’ufficio di informazioni turistiche lungo il Corso Garibaldi, le meravigliose creazioni orafe di Teresa Cicero, Vincenzo Linardi, Luca Salvato e Domenico Tordo. Prezioso, tra l'altro, l'impegno degli studenti del Liceo Linguistico di Rossano, dell’ITAS-ITC di Rossano e del Liceo Linguistico ed ITC Palma di Corigliano che, per l'occasione, si sono cimentati in ciceroni, per un giorno, accompagnando i tanti turisti alla scoperta dei due importanti centri della Sibaritide spiegando loro, in lingua inglese, il ricco patrimonio artistico, oltre alla storia e alla cultura, che contraddistingue il comune unico di Corigliano-Rossano. Un plauso a tutti gli studenti per la loro straordinaria preparazione. Ai numerosi croceristi, grazie agli info-point, è stata consegnata una brochure, illustrata a colori, con informazioni utili in lingua inglese. Grazie al supporto offerto da Gaetano Gianzi (Presidente dell’Associazione “Corigliano per la Fotografia”), in collaborazione con l’agenzia Media Studio, sono stata allestite, inoltre, due mostre fotografiche dedicate ai due centri storici, con gli scatti di Francesco Patrizio e Fabio Renzo, al Castello Ducale e al Palazzo San Bernardino. I tanti croceristi, dopo l'emozionante giornata vissuta nel visitare i due centri storici di Corigliano e Rossano, sono ritornati, grazie agli autobus-navetta messi a disposizione dall'Amministrazione comunale gratuitamente, al Porto di Schiavonea dove, in serata, sono ripartiti a bordo della maestosa nave da crociera, della compagnia britannica Saga, Spirit of Discovery. La nave, partita il 22 gennaio da Southampton (Regno Unito) con oltre mille (1.000) passeggeri, è arrivata al Porto di Corigliano proveniente da Malta (Grecia). I turisti sono stati accolti grazie anche all'intrattenimento folkloristico a cura della Proloco di Corigliano. Da sottolineare l'ottima organizzazione da parte dello staff dell'Assessorato al Turismo ed Ufficio Europa. Una nota di merito, dunque, alla dott.ssa Benedetta De Vita, Isabella Celestino, Anna Le Fosse, Adele Guerriero, Francesco Patrizio, Luca Vitale, Maria Grazia Vito, Luigia Marra, Angela Scopato e Giuseppe Calabrò. Complimenti a tutti. Soddisfatto, in modo particolare, l'Assessore al Turismo e al Marketing territoriale, Tiziano Caudullo, per l'accoglienza riservata ai numerosi croceristi ed ha voluto ringraziare quanti si sono prodigati per la buona riuscita dell'evento che, tra l'altro, ha portato una “boccata d'ossigeno” all'economia locale in cui i turisti hanno assaggiato le pietanze legate alla cucina tipica del luogo ed acquistato i diversi prodotti tipici, oltre a cartoline e souvenir di ogni genere, per la gioia dei pochi commercianti che operano, da anni, nei due importanti centri storici. L'augurio, infine, che altre navi da crociere possano approdare al Porto di Corigliano, da qui ai prossimi anni, in modo tale da incrementare il turismo nell'intera Piana di Sibari che offre molto, grazie alle sue bellezze naturali e paesaggistiche, a quanti visitano i diversi comuni dell'intera fascia jonica cosentina. Il turismo è un punto di forza per questo importante lembo di Calabria, per cui bisogna investire in questa direzione portando avanti, con grande convinzione e tanta determinazione, una serie di iniziative mirate che sono di fondamentale importanza per invertire la rotta e garantire, allo stesso tempo, un futuro migliore ad un territorio in cerca, tuttora, di un pronto e definitivo riscatto.

    ANTONIO LE FOSSE

    1

    2              3

     

     

     

  • "Oltre le mura del carcere" - Gli studenti dell'ITAS ITC di Rossano in visita alla Casa di Reclusione di Rossano -

    “Oltre Le mura del Carcere”, un progetto di legalità realizzato dall'Istituto Superiore ITAS ITC di Rossano.Gli studenti il 23.01 cm hanno incontrato i detenuti della Casa di Reclusione di Rossano. Il Referente del progetto, il docente di discipline giuridiche economiche dell'Istituto, Graziella Algieri, in collaborazione con il comandante del Reparto, la Dr.ssa Elisabetta Ciambriello, le funzionarie giuridico Pedagogiche la Dr.ssa Simona Piazzetta, Dr.ssa Simona Maria Gitto, Dr.ssa Caterina Maletta, e con la Direttrice della Casa di Reclusione, la Dr. Ssa Maria Luisa Mendicino, hanno reso possibile il confronto ed il dialogo tra studenti e detenuti, oltrepassando ogni muro anche quello del pregiudizio. 

    Con la collaborazione dei docenti in materie letterarie, prof. Giuseppe Spillino e Prof. Aldo Madeo, gli studenti sono partiti dall'esame dei nostri principi costituzionali, dal concetto della pena non solo come punizione ma, soprattutto, come rieducazione, sino allo studio e all'esame "dei delitti e delle pene" di Cesare Beccaria.
    Voltaire : "Non fatemi vedere i vostri palazzi ma le vostre carceri, poiché è da esse che si misura il grado di civiltà di una nazione”, gli studenti con i detenuti hanno discusso anche di questo, dell'importanza in un Paese civile della funzione rieducativa della pena.
    Molti detenuti hanno raccontato di aver ripreso, grazie al supporto delle funzionarie giuridico pedagogiche, gli studi e di aver conseguito anche la laurea.
    Caloroso e colmo di solidarietà è stato il saluto dell'assessore Donatella, agli studenti dell'ITAS ITC di Rossano.
    Una giornata ricca di emozioni, dove la sofferenza trasmessa dai detenuti è arrivata all'animo e alla mente non solo degli studenti che hanno partecipato al progetto, dopo un percorso di studio e di dibattito , ma anche di tutti i partecipanti.
    Il progetto fortemente voluto dal Dirigente dell'Istituto ITAS ITC di Rossano, la Dr.ssa Anna Maria Di Cianni, ha visto come unici protagonisti gli studenti e i detenuti in un dialogo su temi come la sofferenza, la dignità umana, il pregiudizio sociale, i principi Costituzionali e il ruolo dell'istruzione come strumento di recupero. Una opportunità di dialogo su temi rilevanti ed attuali. Una occasione di arricchimento reciproco tendete anche a riflettere sulla libertà di scelta tra il bene e il male. Libertà di scelta possibile solo grazie all'effettiva conoscenza, all'istruzione scolastica, alla cultura.
    I detenuti sono stati accompagnati in questo percorso di confronto e di riflessione dal docente, in discipline giuridiche ed economiche, la Prof.ssa Maria Valente.
    Comunicato Stampa Istituto Itas Itc Rossano -

    https://www.rossanocalabro.it/index.php/att/17087-oltre-le-mura-del-carcere-gli-studenti-dell-itas-itc-di-rossano-in-visita-alla-casa-di-reclusione-di-rossano

    https://www.lavocecosentina.it/2019/index.php?option=com_k2&view=item&id=3384%3Aoltre-le-mura-del-carcere-gli-studenti-dell-itas-itc-di-rossano-in-visita-alla-casa-di-reclusione-di-rossano&Itemid=692&time_1579943046=1579943046

     

     

     

     

  • Le attività dell'ITAS-ITC

    Risultati immagini per attività scuola

    Tante le opportunità per gli studenti dell'IIS ITAS-ITC che, già da questi primi mesi di scuola, sono i veri protagonisti dell'azione formativa che l’Istituto persegue. Ancora prima dell’avvio del nuovo anno scolastico, nel mese di luglio, 15 studenti hanno avuto l’opportunità di vivere a Bruxelles un’esperienza unica di attività di alternanza scuola lavoro, oltre che linguistica, grazie a uno dei tanti Pon messi in atto già dal passato anno scolastico. La partecipazione alla Notte dei Ricercatori, all’Unical, ha dato inizio ad una serie di attività tutte di qualità.

    Dal 19 al 26 Ottobre gli studenti dell’IIS ITAS-ITC sono stati tra i Messaggeri di #ioleggoperché, iniziativa che li ha visti protagonisti presso la Libreria Mondadori di Rossano per incentivare la lettura e l'acquisto di libri per la biblioteca scolastica, all’interno dell’evento nazionale di promozione della lettura organizzato dall'Associazione Italiana Editori.

    Dalla partecipazione alle rappresentazioni in lingua straniera a quelle in italiano, da Greese a Il ritratto di Dorian Gray; dai seminari con la CRI e con l’AVIS, o con il direttore della Caritas, fino al seminario contro il Cyberbullismo organizzato con il Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris”, per continuare con le giornate di orientamento in uscita a Catanzaro, presso l’Università della Magna Grecia e all’Università di Bari, gli studenti rispondono con entusiasmo alle varie proposte formative e con un ruolo da protagonisti. La giornata del 25 u.s. non è passata inosservata: diversi i momenti di riflessione e significativa la partecipazione degli studenti al flash mob organizzato dal Comune. Importante e di grande rilievo la presenza degli studenti dell’indirizzo Turismo alla settimana della cultura d’impresa presso il Museo Amarelli. L’IIS ITAS-ITC si conferma, anche quest’anno, tra gli Istituti assegnatari del Progetto Ministeriale OpenCoesione. Numerosi i Protocolli già sottoscritti per dare la possibilità agli studenti di svolgere mini stage presso studi professionali, biblioteche, uffici comunali, librerie, laboratori odontotecnici ed ottici. Una scuola sempre attenta all’inclusione e alla valorizzazione dell’eccellenza, così come dimostra la partecipazione alla XII edizione del Premio Nazionale Vincenzo Padula che ha portato sul podio, al posto più alto, la studentessa Nancy Martilotti della classe 4 B Les, che, con la sua recensione sul libro Idda, di Michela Marzano, ha ottenuto il primo premio e i complimenti della dirigente, dei docenti tutti e degli studenti dell’Istituto.

     

    Consulta la pagina delle attività

     

     

  • Mobilità Internazionale, formazione interculturale e programmazione comunitaria

    Risultati immagini per BXL EUROPE ASBL

    L'azione educativa dell'ITAS ITC di Rossano non va in vacanza e sceglie il meglio per i propri ragazzi. Il progetto PON  'Mobilità Internazionale, formazione interculturale e programmazione comunitaria' è iniziato l’11 luglio 2019 e si è concluso il 7 agosto 2019.  Il Progetto ha coinvolto 15 studenti del triennio dei vari indirizzi per un periodo di tirocinio di 120 ore svoltosi a Bruxelles presso la  BXL EUROPE ASBL, un' agenzia formativa specializzata che vanta un'esperienza ventennale nel campo. Il progetto prevede una tipologia di integrazione con il mondo del lavoro in un contesto organizzativo transnazionale che favorisca lo sviluppo di competenze capaci di facilitare l’integrazione culturale, linguistica e lavorativa all’estero con il coinvolgimento dei tutor aziendali e di quelli scolastici. 

    Grande la soddisfazione degli studenti e delle famiglie.

  • A Scuola di OpenCoesione 2019

    Risultati immagini per opencoesione

    Anche quest’anno l’IIS ITAS ITC è tra gli Istituti Scolastici a cui è stata data la possibilità di svolgere il progetto ministeriale OPENCOESIONE.

    Cos’è A Scuola di OpenCoesione?

    A Scuola di OpenCoesione (ASOC) è il progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni tipo, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto (Open Data), per aiutare gli studenti a conoscere e comunicare, con l’ausilio di tecniche informatiche, statistiche e giornalistiche, come le politiche pubbliche, e in particolare le politiche di coesione, intervengono nei luoghi dove vivono.

    Il progetto nasce nell’ambito dell’iniziativa OpenCoesione e si avvale del sostegno finanziario dei Programmi per la Governance gestiti dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, che fornisce anche un supporto organizzativo, in particolare, attraverso la Biblioteca.

    Cosa si impara con A Scuola di OpenCoesione?

    Il percorso didattico

    ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, storytelling nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione

    Il percorso didattico è articolato in 5 lezioni, una visita di monitoraggio civico, la partecipazione attiva all’evento internazionale Open Data Day, un evento pubblico finale. La didattica è organizzata secondo un modello misto che prevede modalità di fruizione di contenuti online (tipo MOOC) e lavoro di gruppo project-based attraverso l’utilizzo di tecnologie, strumenti di condivisione online, blog, social network.

    Per la prima volta, nell’edizione 2016-2017, le scuole hanno potuto scegliere di utilizzare il percorso didattico ASOC come contenuto delle attività di alternanza scuola-lavoro.

    I riconoscimenti

    Il progetto ASOC è citato nelPiano Nazionale Scuola Digitaledel MIUR come buon esempio di progetto di monitoraggio civico e data-journalism in grado di implementare l’uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online.

    ASOC, inoltre, ha ricevuto ampio risalto come best practice internazionale per l’utilizzo degli open data in ambito didattico nel volume “Open Data as Open Educational Resources”, pubblicato online da Open Knowledge Foundation (OKFN), la fondazione internazionale non profit che promuove l’accesso libero alla conoscenza attraverso l’apertura dei dati e delle informazioni.

    A Scuola di OpenCoesione è anche al centro di due importanti ricerche: una condotta dall’Università Cattolica di Milanonell’ambito del Laboratorio sulla valutazione delle politiche IMPACT e finalizzata a misurare la civicness degli studenti come insieme di competenze utili all’esercizio della cittadinanza attiva, e una promossa da Open Government Partnership e realizzata da Parliament Watch Italia, dedicata a OpenCoesione e alle iniziative correlate A Scuola di OpenCoesione e Monithon.

    Reti Territoriali
    Le scuole che partecipano al percorso di A Scuola di OpenCoesione sono affiancate sui territori dai Centri di Informazione Europe Direct – EDIC (grazie a uno specifico accordo con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea) e da Organizzazioni e Associazioni volontarie che, assieme a docenti e studenti selezionati, sono formati sui temi del monitoraggio civico e delle politiche di coesione. Uno degli obiettivi principali di ASOC, infatti, è coinvolgere la cittadinanza nella verifica della spesa pubblica.

    Partner Istituzionali
    ASOC
     si realizza anche attraverso accordi e convenzioni con partner Istituzionali che, oltre a valorizzare il percorso didattico su scala nazionale e internazionale anche tramite accordi per premi, sponsorship e incentivi alla partecipazione delle scuole, si impegnano a sviluppare e a produrre materiale didattico integrativo utile alle attività di monitoraggio civico, a sostenere il team centrale nell’organizzazione degli eventi e ad agevolare i processi di comunicazione verso i docenti, gli studenti e gli altri partner coinvolti.

    Miur: per l’attuazione del progetto ASOC che rinnova l’Accordo già sottoscritto nel maggio 2013

    Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: per la promozione dell’iniziativa OpenCoesione attraverso la rete Europe Direct in Italia (maggio 2014)

    Collaborazioni
    Grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, formalizzato dall’edizione 2017-2018, viene attribuito uno specifico riconoscimento a una delle classi partecipanti al percorso ASOC, che risulta pertanto vincitrice di un evento premio-visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell’Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma oltre a un approfondimento sull’utilizzo dello strumento regolamentare dell’indagine conoscitiva.

    Le collaborazioni regionali ASOC, inaugurate nell’edizione 2016-2017 dall’accordo concluso con la Regione Autonoma della Sardegna, e proseguite nell’edizione in corso con l’accordo stipulato con la Regione Calabria e, da ultimo, con la Regione Siciliana, permettono di rafforzare le attività progettuali sui territori di riferimento, attraverso azioni specifiche volte a supportare gli istituti scolastici che partecipano al percorso didattico ASOC.

    L’obiettivo è quello di consolidare la rete delle scuole a livello regionale, fornire contenuti didattici integrativi, favorire il confronto con attori istituzionali e altri soggetti locali interessati dalle ricerche svolte dalle scuole, organizzare eventi e altre forme di animazione territoriale, mettere a disposizione premi aggiuntivi per le migliori ricerche realizzate dalle scuole della regione.

    Obiettivi didattici in sintesi

    • Comprendere e promuovere principi di cittadinanza consapevole
    • Praticare il monitoraggio civico
    • Apprendere e applicare metodi e tecniche del data journalism
    • Sviluppare competenze statistiche
    • Sviluppare competenze digitali, con particolare riferimento all’utilizzo di open data
    • Apprendere norme, regole e modalità tecniche di pubblicazione di contenuti cross-mediali
    • Apprendere e applicare tecniche di storytelling e comunicazione innovativa
    • Sviluppare “soft skills” (competenze trasversali) quali lavoro progettuale, lavoro di gruppo, senso critico, problem-solving
    • Comprendere e praticare metodi avanzati di raccolta informazioni (social research methods)

    INTEGRAZIONE NELLA DIDATTICA

    Le modalità di integrazione del progetto ASOC all’interno della didattica possono essere valutate autonomamente dal singolo consiglio di classe. È ad esempio possibile attuare il percorso ASOC come contenuto didattico curricolare o extracurricolare, nonché come percorso di Alternanza Scuola Lavoro anche coinvolgendo le reti territoriali a supporto del progetto.

  • Premio Vincenzo Padula 2019

    Risultati immagini per premio padula acri

    Anche quest'anno, gli studenti dell'IIS ITAS-ITC di Rossano hanno fatto parte della Giuria di Selezione della XII edizione delPremio Vincenzo Padula. Lunedì 21 Ottobre, i "giovani giurati" hanno dialogato con Michela Marzano, autrice del romanzo Idda. Sabato 23 Novembre, durante la manifestazione finale, la studentessa Nancy Martilotti della classe IV B indirizzo LES, è salita sulla vetta più alta del podio dei vincitori. Gli studenti, infatti, dopo aver letto la terna di romanzi in concorso e dopo aver votato il vincitore, hanno realizzato la propria recensione. A Nancy Martilotti, gli auguri della Dirigente e di tutto il corpo docente.

  • “Il Web: rischi ed opportunità” - Digibites

    Risultati immagini per Digibites

    Sabato 9 novembre si è tenuto presso l’Istituto Comprensivo Itas-Itc di Rossano il primo seminario formativo organizzato dal Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris”.
    I giovani alunni delle prime classi sono stati protagonisti e parte attiva del dibattito su una tematica attuale quale è il rapporto con il mondo virtuale. Il convegno dal titolo “Il web: rischi ed opportunità” ha ricevuto l’apporto di esperti nel settore della sicurezza informatica, quali Saverio Canotto, Junior Consultant presso “NTT Data” sede di Rende (CS), Domenico Licciardi, CyberSecurity Specialist presso “Intuity” Roma ed Ilaria Bossio, giurista e tirocinante presso la Suprema Corte di Cassazione nonché Segretario del Rotaract Cub Corigliano Rossano “Sybaris”.
    Tra gli argomenti affrontati particolare attenzione è stata data al fenomeno degli hackers, alla differenza tra deep web e dark net, alla problematica ormai molto diffusa del cyberbullismo ed alle sue differenze con il bullismo. Infine i ragazzi sono stati sensibilizzati ad un uso consapevole dei social network mediante l’elenco di una serie di regole-cautele (“Digibites”, pillole di digitale) da utilizzare per una navigazione protetta.
    I relatori assieme agli organizzatori del seminario si sono recati in primo luogo presso il plesso Itas sito in Via Gigli, successivamente presso l’Itas di Via Nazionale. Al termine del seminario sono stati somministrati agli alunni dei questionari da compilare in forma anonima al fine di accertare statisticamente il rapporto dei giovani utenti con il web. I dati raccolti saranno inseriti all’interno di una piattaforma creata dal Rotaract Distretto 2100 e valutati a livello nazionale.
    Presente in qualità di moderatore Laura Carnevale, Presidente del Rotaract Club Corigliano Rossano “Sybaris” ed a supporto dell’organizzazione il Consigliere di Club Rossana D’Ambrosio.
    Si ringrazia la Dirigente Dott.ssa Anna Maria Di Cianni, le Prof.sse Rossella Scaramuzza e Giuseppina Cersosimo e tutti i collabori scolastici per l’accoglienza e la puntuale organizzazione dimostrata.