Mercoledì, 25 Novembre 2020
A+ R A-

#litasitcnonsiferma

  • L'On. Dott.ssa Caterina Chinnici ringrazia i ragazzi della 4B SIA.

    Caterina CHINNICI

    Caltanissetta, 28 luglio 2020

      

    Cari ragazzi della IV B,

    desidero ringraziarvi personalmente per la partecipata e, inaspettata, lettera che avete voluto gentilmente trasmettermi e che mi ha sinceramente commossa.

    La fresca spontaneità delle vostre parole, mi ha mirabilmente “portata” fino a voi, sulla spiaggia di questa estate anomala dove, per un momento, raccolto il vostro asciugamano, avete fatto astrazione delle voci e del rumore del mare, per onorare il ricordo del sacrificio di mio Padre, Rocco Chinnici, e degli uomini della Sua scorta.

    Grazie, perché in quella mattina del 29 luglio del 1983, è racchiusa la mia vita, non solo il mio cuore. Grazie, perché sono ben “sveglia” e “vedo” quanti siete! Tanti, molti di più di quello che non possa apparentemente sembrare e le vostre parole mi confermano nella mia missione volta a trasmettere, soprattutto a voi, giovani, l’inestimabile eredità morale di Rocco Chinnici, i valori di legalità e giustizia che ha difeso con la Sua vita.

    Come sicuramente avrò modo di raccontarvi personalmente - il nostro incontro non è stato annullato, ma spero solo rinviato! - in tempi non sospetti, quando non era ancora “di moda”, mio Padre, è stato il primo a rivolgersi ai giovani per stimolarne le coscienze, perché aveva compreso, prima di tutti, che per sconfiggere la mafia era indispensabile un cambiamento culturale e che il motore di questo cambiamento dovevano essere innanzitutto le nuove generazioni. E le vostre parole, oggi, a 37 anni di distanza, in questo periodo difficile e confuso, dove sembrano smarriti i punti di riferimento, sono il segno tangibile che il prezioso messaggio da Lui trasmesso, è stato accolto ed ha portato frutto.

    In attesa di incontrarvi personalmente nel corso del nuovo anno scolastico, porgo a tutti voi, al corpo docente, e alle vostre famiglie i miei più sentiti auguri per un’estate serena.

    On. Dott.ssa Caterina Chinnici

    -------------------------------------------------------

    Classe IV B SIA

    Istituto di Istruzione Superiore ITAS ITC

    Corigliano-Rossano

     

    LETTERA TRASMESSA IN DATA 29/07/2020

     

    Rif: (Lettera all’Onorevole Caterina Chinnici - 29/07/2020)

     

     

     

     

     

     

     

     

  • Lettera all’Onorevole Caterina Chinnici

    rocco chinnici

      

    Palermo, 29 Luglio 1983

    Per non dimenticare 

    #Chinnici #Rocco 

    Conoscere è necessario 

     

    29 Luglio, 

    per molti è un giorno come tutti gli altri. 

     

    Chi è in vacanza, chi passa questo giorno al mare e chi crea nuovi programmi per l'estate. 

    Noi studenti felici dell'arrivo dell'estate perché finalmente si puó fuggire dalla scuola, dallo studio e da tutti gli impegni scolastici .

    Questa giornata puó essere normale per molte persone, ma non per Lei e neanche per noi. 

    Anche noi oggi raccogliamo il telo dalla spiaggia e ci fermiamo a ricordare. 

    Aspettavamo di incontrarla per dirglielo direttamente ma il Covid ci ha negato la Sua personale conoscenza. 

    Abbiamo racchiuso nel cuore questa data : 

    "Sveglia Caterina! Guarda quanti siamo". 

    Rocco Chinnici è stato un personaggio fondamentale per la storia della nostra Nazione, della nostra libertà e, soprattutto, ha lottato per permettere a tutti noi una vita migliore. 

    Leggendo il Suo libro, vedendo il film della storia di Suo padre Rocco, tutti noi ragazzi abbiamo appreso una lezione di vita, come affrontarla e quali errori non commettere. In qualche modo ci siamo sentiti apprezzati ed è una vera fonte di speranza per le generazioni future. 

    “ Io credo in voi ragazzi, credo nella vostra fragilità, nella vostra limpidezza e nella vostra coscienza. Proteggete la vostra vita, non cedete alla rassegnazione e al silenzio. Alzate la testa e provate a rendere formidabile la vostra esistenza”, come potremmo mai dimenticare le belle parole di Suo padre a noi studenti.

    La ringraziamo Onorevole Caterina Chinnici per essere un modello di vita, un’ispirazione per tutti noi e ringraziamo Suo padre per il grande sacrificio e l'insegnamento che ci ha trasmesso di pensare sempre con la nostra testa, ad inseguire i nostri sogni con legalità, abbandonare la rassegnazione ma, soprattutto, ripudiare l'OMERTA'.

    Lo ricordiamo il 29 Luglio, lo ricordiamo per non far morire nuovamente il coraggioso giudice “siciliano autentico”, ucciso insieme alla sua scorta, Mario Trapassi e Salvatore Bartolotta, da un esercito vile chiamato mafia.

    29 Luglio 1983 Palermo... Via Pipitone Federico, le otto del mattino. Un mattino caldo di Luglio dove ancora tanti si accingono ad andare a lavorare. Anche il portiere dello stabile quella mattina, chissà forse prima di essere travolto da 75 kg di esplosivo, avrà salutato con qualche battuta siciliana il giudice Rocco e la sua scorta.

    Vite spezzate, famiglie divise, dolori inarrestabili e inenarrabili che vanno ricordati per non far cadere il loro sacrificio nell'oblio, nel silenzio, in quella omertà tanto cara alla famiglia mafia. 

    "Sveglia Caterina!!! Guarda quanti siamo!" 

    Ci siamo e ci saremo... 

     

    Corigliano-Rossano 29 Luglio 2020

     

    Istituto di istruzione superiore ITAS ITC

    Classe IV B SIA 

    Vincenzo, Rossella, Morena, Alessia, Mariateresa, Francesco, Roberta, Rocco, Giovanni, Maria Carmela, Alessia, Giada,  Lorenzo, Antonella, Gianluigi, Caterina

     

     .   .

     

     

     

     

     

  • Anche quest’anno l’IIS ITAS ITC è tra gli Istituti Scolastici a cui è stata data la possibilità di svolgere il progetto ministeriale OPENCOESIONE.

    A Scuola di OpenCoesione. Educare nella scuola ad essere cittadini...  

    Cos’è A Scuola di OpenCoesione?

    A Scuola di OpenCoesione (ASOC) è il progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni tipo, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto (Open Data), per aiutare gli studenti a conoscere e comunicare, con l’ausilio di tecniche informatiche, statistiche e giornalistiche, come le politiche pubbliche, e in particolare le politiche di coesione, intervengono nei luoghi dove vivono.

    Il progetto nasce nell’ambito dell’iniziativa OpenCoesione e si avvale del sostegno finanziario dei Programmi per la Governance gestiti dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, che fornisce anche un supporto organizzativo, in particolare, attraverso la Biblioteca.

    Cosa si impara con A Scuola di OpenCoesione?

    Il percorso didattico

    ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, storytelling nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione

    Il percorso didattico è articolato in 5 lezioni, una visita di monitoraggio civico, la partecipazione attiva all’evento internazionale Open Data Day, un evento pubblico finale. La didattica è organizzata secondo un modello misto che prevede modalità di fruizione di contenuti online (tipo MOOC) e lavoro di gruppo project-based attraverso l’utilizzo di tecnologie, strumenti di condivisione online, blog, social network.

    Per la prima volta, nell’edizione 2016-2017, le scuole hanno potuto scegliere di utilizzare il percorso didattico ASOC come contenuto delle attività di alternanza scuola-lavoro.

    I riconoscimenti

    Il progetto ASOC è citato nelPiano Nazionale Scuola Digitaledel MIUR come buon esempio di progetto di monitoraggio civico e data-journalism in grado di implementare l’uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online.

    ASOC, inoltre, ha ricevuto ampio risalto come best practice internazionale per l’utilizzo degli open data in ambito didattico nel volume “Open Data as Open Educational Resources”, pubblicato online da Open Knowledge Foundation (OKFN), la fondazione internazionale non profit che promuove l’accesso libero alla conoscenza attraverso l’apertura dei dati e delle informazioni.

    A Scuola di OpenCoesione è anche al centro di due importanti ricerche: una condotta dall’Università Cattolica di Milanonell’ambito del Laboratorio sulla valutazione delle politiche IMPACT e finalizzata a misurare la civicness degli studenti come insieme di competenze utili all’esercizio della cittadinanza attiva, e una promossa da Open Government Partnership e realizzata da Parliament Watch Italia, dedicata a OpenCoesione e alle iniziative correlate A Scuola di OpenCoesione e Monithon.

    Reti Territoriali
    Le scuole che partecipano al percorso di A Scuola di OpenCoesione sono affiancate sui territori dai Centri di Informazione Europe Direct – EDIC (grazie a uno specifico accordo con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea) e da Organizzazioni e Associazioni volontarie che, assieme a docenti e studenti selezionati, sono formati sui temi del monitoraggio civico e delle politiche di coesione. Uno degli obiettivi principali di ASOC, infatti, è coinvolgere la cittadinanza nella verifica della spesa pubblica.

    Partner Istituzionali
    ASOC
     si realizza anche attraverso accordi e convenzioni con partner Istituzionali che, oltre a valorizzare il percorso didattico su scala nazionale e internazionale anche tramite accordi per premi, sponsorship e incentivi alla partecipazione delle scuole, si impegnano a sviluppare e a produrre materiale didattico integrativo utile alle attività di monitoraggio civico, a sostenere il team centrale nell’organizzazione degli eventi e ad agevolare i processi di comunicazione verso i docenti, gli studenti e gli altri partner coinvolti.

    Miur: per l’attuazione del progetto ASOC che rinnova l’Accordo già sottoscritto nel maggio 2013

    Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: per la promozione dell’iniziativa OpenCoesione attraverso la rete Europe Direct in Italia (maggio 2014)

    Collaborazioni
    Grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, formalizzato dall’edizione 2017-2018, viene attribuito uno specifico riconoscimento a una delle classi partecipanti al percorso ASOC, che risulta pertanto vincitrice di un evento premio-visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell’Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma oltre a un approfondimento sull’utilizzo dello strumento regolamentare dell’indagine conoscitiva.

    Le collaborazioni regionali ASOC, inaugurate nell’edizione 2016-2017 dall’accordo concluso con la Regione Autonoma della Sardegna, e proseguite nell’edizione in corso con l’accordo stipulato con la Regione Calabria e, da ultimo, con la Regione Siciliana, permettono di rafforzare le attività progettuali sui territori di riferimento, attraverso azioni specifiche volte a supportare gli istituti scolastici che partecipano al percorso didattico ASOC.

    L’obiettivo è quello di consolidare la rete delle scuole a livello regionale, fornire contenuti didattici integrativi, favorire il confronto con attori istituzionali e altri soggetti locali interessati dalle ricerche svolte dalle scuole, organizzare eventi e altre forme di animazione territoriale, mettere a disposizione premi aggiuntivi per le migliori ricerche realizzate dalle scuole della regione.

    Obiettivi didattici in sintesi

    • Comprendere e promuovere principi di cittadinanza consapevole
    • Praticare il monitoraggio civico
    • Apprendere e applicare metodi e tecniche del data journalism
    • Sviluppare competenze statistiche
    • Sviluppare competenze digitali, con particolare riferimento all’utilizzo di open data
    • Apprendere norme, regole e modalità tecniche di pubblicazione di contenuti cross-mediali
    • Apprendere e applicare tecniche di storytelling e comunicazione innovativa
    • Sviluppare “soft skills” (competenze trasversali) quali lavoro progettuale, lavoro di gruppo, senso critico, problem-solving
    • Comprendere e praticare metodi avanzati di raccolta informazioni (social research methods)

    INTEGRAZIONE NELLA DIDATTICA

    Le modalità di integrazione del progetto ASOC all’interno della didattica possono essere valutate autonomamente dal singolo consiglio di classe. È ad esempio possibile attuare il percorso ASOC come contenuto didattico curricolare o extracurricolare, nonché come percorso di Alternanza Scuola Lavoro anche coinvolgendo le reti territoriali a supporto del progetto.

    Presentazione Edizione 2019-2020

    Classe 3 A LES

    A Scuola di OpenCoesione (ASOC)è un percorso didattico innovativo finalizzato a promuovere e sviluppare nelle scuole italiane principi di cittadinanza attiva e consapevole, attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali.

    Il progetto ci ha permesso non solo di sviluppare competenze digitali, statistiche e di educazione civica, ma, intervenendo nei luoghi in cui viviamo, ci ha dato la possibilità di conoscere la situazione sanitaria della Sibaritide e di utilizzare tecniche giornalistiche, come le politiche pubbliche e in particolare le politiche di coesione.

    Così siamo riuscite a dare vita ad un vero e proprio gruppo di lavoro: I-CARE. Questo il nome con cui abbiamo deciso di battezzare il nostro team, perché meglio di tutti ci rappresenta.

    SIGNIFICATO DEL NOME

    “I-Care” (mi sta a cuore),è questa l’espressione che abbiamo pensato per identificare il nostro team, affinché possa rappresentare gli ideali simili, ma allo stesso tempo poliedrici, divulgati da Don Milani.

    Se don Milani dava maggiore risalto al MIGLIORAMENTO sociale -aiuto alle persone meno fortunate-, per noi I-CARE è simbolo di CRESCITA e AFFERMAZIONE SOCIALE. Lo spirito che anima il nostro team intende conoscere i temi della cittadinanza attiva per partecipare al miglioramento della Società.

     i care team


    SIGNIFICATO DEL LOGO

    Ventuno giovanissime ragazze e tanta voglia di MIGLIORARE PER MIGLIORARSI… il logotipo scelto è l’intreccio di radici, albero, figura femminile… simboli di vita, espansione, miglioramento, nutrizione, valori. Il nostro desiderio è quello di mettere sane e durature radici per assicurarci un futuro a misura di giovani con tante opportunità e ambizioni da realizzare. In questo processo è fondamentale l’aspetto progettuale che abbiamo rappresentato con la molteplicità delle radici che si sviluppano nel terreno fertile e allo stesso tempo sorreggono un fusto possente e copioso di rami.

    #litasitcnonsiferma

     

     

     Intervista al deputato Francesco Sapia (Mov. 5 Stelle)

     

  • On ne peut pas vivre sans tendresse

    Un altro piccolo tassello dei tanti lavori realizzati dagli studenti dell’ITAS ITC che formano un unico grande mosaico di lavoro di squadra, di confronto e di incoraggiamento reciproco. Tra i tanti testi letti, studiati, ascoltati, o commentati, gli studenti della 2 A Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, per sintetizzare la “lezione” imparata da questo periodo di confinamento e come colonna sonora al loro lavoro sulle emozioni, hanno scelto un brano dal titolo molto indicativo: “On ne peut pas vivre sans tendresse”: non si può vivere senza tenerezza… Un monito, un’esortazione ed un impegno rivolto a noi tutti, in particolar modo in questo periodo di Didattica della Vicinanza. Grazie Ragazzi e buona strada…

    #litasitcnonsiferma

    2ASAS

     

     

     

     

     

     

     

  • PERCORSI PCTO... Esperienze a confronto

    BRUNETYI         bongiorno

  • Gli alunni dell’IIS ITAS ITC, V^B Sistemi Informativi Aziendali, inviati speciali… del TG SIA.

    La realizzazione di un TG , " Il TG SIA" è  stata la felice intuizione che i nostri  ragazzi  hanno avuto  per tradurre in un prodotto digitale “ I diritti fondamentali  ( artt. 1-12) della nostra Costituzione, tema scelto per il percorso di Cittadinanza  e  Costituzione delle quinte classi in questo anno scolastico .

    Consapevoli che lo studio delle discipline giuridiche ed economiche è, per sua natura, sempre ancorato alla realtà viva , dove l'impostazione teorica trova riscontro ,  abbiamo deciso di dare un'impostazione nuova al nostro lavoro, dettata dal particolare momento che si stava vivendo.

     La nostra attenzione si è concentrata in particolare sull'art.2 della Costituzione, dove si afferma che la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo.... e dove, altresi' ,  si affermano i doveri inderogabili di solidarietà sociale.... Vivere in uno Stato di diritto comporta che tutti i diritti fondamentali possono, nei soli casi e modi previsti dalla legge,  subire delle limitazioni. L'attenzione dei ragazzi, pertanto,  si è concentrata su di esse, proprio nel momento in cui tutti le stavamo vivendo sulla nostra pelle in diverse forme e proprio quando il dovere di solidarietà sociale e dell 'agire  in vista del bene comune  sono diventati comportamenti necessari ,  un nuovo stile di vita, per uscire dall'emergenza Covid.

     Un particolare ringraziamento va a don Domenico Simari, che è intervenuto nel TG SIA ,offrendo il suo prezioso contributo al tema della limitazione della libertà di culto.

           Prof.ssa Angela Belfiore             .

      

  • Dopo il lockdown.

    Viaggiare è vivere molteplici vite ed emozionarsi ripetute volte alla vista di un panorama mozzafiato, un castello fiabesco, o in riva al mare fra le onde spumose.

    Le studentesse della classe IIB LES dell’IIS ITAS ITC di Rossano son state protagoniste di un percorso di ricerca-azione nell’ambito delle attività programmate in lingua e civiltà straniera inglese che ha permesso loro di esprimere il loro desiderio di evadere da una consuetudine costretta fra le mura domestiche.

    Lo studio e la creatività si sono dimostrate armi vincenti contro l’isolamento e la paura della malattia.

    Ida Parise

       #litasitcnonsiferma

    Fatto con Padlet
  • Dalla poesia alla vita: ispirati dai Sonetti shakespeariani – IIIA LES:

     134010162 d74ceea8 457f 4ef7 9504 12e4290190a51

    La luce e le ombre della vita sono tema fondamentale della poesia shakespeariana. Il sentimento eterno della ricerca della felicità nella vicinanza dell’amato ed il desiderio di ritrovarlo quando non ci è più accanto. L’intensità di questi sentimenti traspare dalle parole della poesia di William Shakespeare. I Sonetti rappresentanoun tragitto poetico in cui la vita si schiude potentemente da sua ogni metafora.

    La poetica del Bardo inglese ha arricchito il percorso didattico della IIIA LES nell’a.s. 2019/2020. Un anno scolastico contrassegnato da cambiamenti strutturali e relazionali della prassi pedagogica che hanno ridisegnato il nostro modo di fare scuola nel profondo e ci hanno costretto a ripensarci nei ruoli di insegnanti e discenti.

    Nonostante le titubanze iniziali, la solidità dell’Istituzione di cui facciamo parte, nella persona della sua Dirigente, Prof.ssa Anna Maria Di Cianni, ci ha spronato a consolidare i nostri rapporti e non perdere di vista i nostri obiettivi.

    Così, le studentesse della IIA LES dell’IIS ITAS ITC di Rossano hanno saputo trasferire i loro sentimenti per immagini poetiche in lingua inglese spronate dall’inalterata intensità dei versi shakespeariani, ma ispirate della loro realtà quotidiana.

    Ida Parise

      #litasitcnonsiferma

    Fatto con Padlet

     

  • Un Libro e anche Più per Ogni Giorno di Maggio

    31 Maggio 2020

    Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe
    “Ecco il mio segreto. È molto semplice: si vede solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.”
    Suggerito da Aurora Viola, IV B LES

    Dante Alighieri - Paradiso - Canto 33 - Prima sestina
    "Vergine Madre, figlia del tuo figlio,
    umile e alta più che creatura,
    termine fisso d'etterno consiglio, 3
    tu se’ colei che l’umana natura
    nobilitasti sì, che ’l suo fattore
    non disdegnò di farsi sua fattura."
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    Shakespeare, The Tempest
    “Noi siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni e la nostra breve vita è circondata dal sonno”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Philibert Schogt, I Numeri Ribelli
    "Mi ero appena svegliato e stavo facendo i miei calcoli, una ginnastica quotidiana che mi aiuta a spazzar via la nebbia lasciata dai sogni. Due più cinque, dodici meno otto; a volte mi permetto addirittura un diciassette per quarantuno."
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    #litasitcnonsiferma

    Il Piccolo Principe (eNewton Classici) eBook: Saint-Exupéry...Canto V Inferno di Dante: parafrasi, commento, figure retoriche...The Tempest: Amazon.it: Shakespeare, William: Libri in altre lingueI numeri ribelli - Edizioni Dedalo


    30 Maggio 2020

    Cristina Chiperi, My dilemma is you
    "Ha capito di essere innamorato di te solo nel preciso istante in cui ha capito che ti ha persa per sempre"
    Suggerito da Natalia Bossio, IV A LES

    Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston
    “Non dar retta ai tuoi occhi e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola.”
    Suggerito dal Prof. Tonino Russo

    Agatha Christie, Dieci piccoli indiani
    "C'era qualcosa di magico in un'isola: bastava quella parola a eccitare la fantasia. Si perdeva contatto con il resto del mondo, perché un'isola era un piccolo mondo a sé. Un mondo, forse, dal quale non si poteva tornare indietro."
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo principe
    "«Mi domando» disse «se le stelle brillano perché un giorno ciascuno possa ritrovare la propria.»"
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    #litasitcnonsiferma

    My dilemma is you 1 (Leggereditore) eBook: Chiperi, Cristina...Il gabbiano Jonathan Livingston eBook: Bach, Richard, Masini, B...Dieci piccoli indiani. E non rimase nessuno...: Nuova traduzione...Il Piccolo Principe - Antoine de Saint-Exupéry Libro - Libraccio.it


    29 Maggio 2020


    Elisa Maino, #Ops
    "E se vale la pena rischiare, io mi gioco anche l’ultimo frammento di cuore"
    Suggerito da Maria Esposito, 3 B LES

    Gibran, Il giardino del Profeta
    “Il maestro che cammina all’ombra del tempio tra i suoi discepoli non offre il suo sapere ma piuttosto la sua fede e il suo amore. Se egli è saggio non vi inviterà ad entrare nella dimora del suo sapere, ma vi guiderà piuttosto verso la soglia della vostra propria mente…poiché la visione di un uomo non presta le proprie ali a un altro uomo”.
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Pedro Calderòn de la Barca, La vita è sogno
    "C'è un bene goduto che non sembri un sogno? Chi ha mai gustato un'immensa felicità, che non dica poi tra sé, quando la richiama alla memoria: "Tutto quel che ho veduto è stato un sogno"?
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    Carlo Emilio Gadda, La cognizione del dolore
    "Ma sognare è un fiume profondo, che precipita a una lontana sorgiva, ripùllula nel mattino di verità."
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    #litasitcnonsiferma

    Ops! eBook: Maino, Elisa: Amazon.it: Kindle StoreAmazon.it: Il profeta-Il giardino del profeta - Gibran, Kahlil...Amazon.it: La vita è sogno - Calderón de la Barca, Pedro, Puccini...Amazon.it: LA COGNIZIONE DEL DOLORE - GADDA CARLO EMILIO - Libri


    28 Maggio 2020

     

    Lucia Giovannini, Mi merito il meglio
    "Quando tutto intorno a te sembra un groviglio di fili senza senso, quando l'ansia ti avvolge come un velo in ciò che fai, Scopri la via, quella migliore ed unica, fai pace con te stesso, perdona i tuoi errori, tutti ne facciamo. Respira e vivi intensamente. Nulla è per caso."
    Suggerito da Maria Mingrone, 3 B LES

    Philip Roth, Pastorale americana
    “Nessuno attraversa la vita senza restare segnato in qualche modo dal rimpianto, dal dolore, dalla confusione e dalla perdita."
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    Sapienza Goliarda, L’arte della gioia
    “C’è un limite preciso nell'aiutare gli altri. Oltre quel limite, a molti invisibile, non c’è che volontà di imporre il proprio modo d’essere…” “molti dei desideri vi vengono inculcati dall’alto per usarvi”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Gabriel Garcia Marquez, Cent'anni di solitudine
    “Il colonnello Aureliano Buendía comprese a malapena che il segreto di una buona vecchiaia non è altro che un patto onesto con la solitudine”
    Suggerito dalla Dsga Costanza Campana

    Isaac Asimov, Io Robot
    "Come un topolino in gabbia: nutrito, accudito,scaldato, al sicuro, ma sempre in gabbia."
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    #litasitcnonsiferma

     

    Mi merito il meglio: Fai pace con te stesso e scegli di essere...Pastorale americana (Super ET) eBook: Roth, Philip, Mantovani...L'arte della gioia (Super ET) eBook: Sapienza, Goliarda: Amazon.it...Amazon.it: Cent'anni di solitudine - Garcia Marquez, Gabriel - LibriAmazon.it: Io, robot - Asimov, Isaac, Rambelli, R. - Libri


    27 Maggio 2020


    Louisa May Alcott, Piccole Donne
    "Vorrei non aver il cuore, mi fa tanto male...Se la vita è spesso così difficile, non so proprio come faremo ad arrivare sino in fondo”
    Suggerito da Maria Luisa Durante, 2 B AFM


    Alessandro D'Avenia, L'arte di essere fragili
    "Sogno una scuola come bottega di vocazioni da coltivare, mettere alla prova e riparare. Una scuola in cui l’insegnante sia il postino che porta le lettere di altri all’indirizzo di ogni studente. La scuola che ciascuno di noi ricorda in quel professore che ci ha guardato come qualcuno e non come qualcosa cominciando così a farci fiorire”
    suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti


    Viktor Sklovskij, Zoo o Lettere non d’amore
    “Un mucchio di libri che posso leggere e non leggo, il telefono in cui posso parlare e non parlo, il pianoforte, che posso suonare ma non suono, le persone, con cui posso vedermi e che non vedo, e tu, che dovrei amare, e che non amo. Però senza libri, senza fiori, senza pianoforte, senza di te, amato e caro, non farei che piangere.”
    Suggerito dal Prof Tonino Russo


    Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato
    “La libertà è un dovere, prima che un diritto è un dovere. Ma il niente è da preferirsi al soffrire? Io perfino nelle pause in cui piango sui miei fallimenti, le mie delusioni, i miei strazi, concludo che soffrire sia da preferirsi al niente”
    Suggerito dalla Dsga Costanza Campana


    Miguel Delibes, Le guerre dei nostri antenati
    "Durante sette notti, con un bicchierino di anice in mano, il detenuto Pacifico Perez avrebbe ricordato la sua vita, guidato dalle domande del dottor Burgueno, medico dell'ospedale penitenziario dove era internato. Il padre, il nonno, ed il bisnonno circondarono la sua infanzia con l'ossessione delle proprie guerre- quella civile, quella d'Africa e quella franchista-e vollero renderlo partecipe e possibile emulo delle glorie perse. Ma Pacifico era un giovane ingenuo e di esasperata sensibilità, capace di assaggiare nudo il miele dagli alveari, e di sentire il dolore di un albero appena potato o la voce di un fiume. Tuttavia, anche lui finirà per uccidere in forma insperata, repentina, senza senso."
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti


    #litasitcnonsiferma

    Piccole Donne eBook: Louisa May Alcott, Laura Pierantoni: Amazon...Amazon.it: L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la... Zoo o lettere non d'amore di Viktor Šklovskij - SellerioLettera a un bambino mai nato (BUR OPERE DI ORIANA FALLACI) eBook...Las guerras de nuestros antepasados: Amazon.es: Delibes, Miguel...


    26 Maggio 2020

    Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston
    "Per volare alla velocità del pensiero, verso qualsivoglia luogo, -disse- tu devi innanzitutto persuaderti che ci sei già arrivato."
    Suggerito da Maria Capalbo, 3 B LES

    William Golding, Il signore delle mosche
    "Lo sapevi no?... che io sono una parte di te? Vieni vicino, vicino, vicino. Che io sono la ragione per cui non c'è niente da fare? Per cui le cose vanno come vanno?" La risata echeggiò di nuovo. "Su" disse il Signore delle Mosche ".. torna dagli altri, e dimenticheremo tutto quanto."
    Suggerito dalla Prof Giovanna Dimitri


    Daniel Pennac, Diario di scuola
    “E’ sufficiente un professore – uno solo! – per salvarci da noi stessi e farci dimenticare tutti gli altri”.
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti


    Karl Marx-Frederick Engels, Manifesto del Partito Comunista
    “Il potere politico moderno è solo un comitato che amministra gli affari comuni dell’intera classe borghese.”
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    #litasitcnonsiferma

    Amazon.it: Il gabbiano Jonathan Livingston - Bach, Richard, Munson... Il Signore delle Mosche - William Golding | Oscar Mondadori 9788807880902 Pennac, Daniel. 2013 - Diario di scuola - LibroCo.itManifesto del partito comunista (Acquarelli) eBook: Engels, K...


    25 Maggio 2020


    Arthur Conan Doyle, Il mastino dei Baskerville
    "È questo il momento drammatico del destino, Watson, quando si sente un passo sulle scale qualcuno sta per entrare nella tua vostra vita e non sapete cosa vi aspetta"
    Suggerito da Federica Sapia, 3 B LES


    J. D. Salinger, Il giovane Holden,
    "Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira."
    Suggerito dalla Prof Patrizia Di Vico


    Elena Ferrante, La vita bugiarda degli adulti
    "Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. La frase fu pronunciata sottovoce, nell’appartamento che, appena sposati, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, in cima a San Giacomo dei Capri. Tutto - gli spazi di Napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole - è rimasto fermo. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, senza redenzione."
    Suggerito dal Prof Tonino Russo


    Tracy Chevalier, La ragazza con l'orecchino di perla
    “Sorrideva, e quando sorrideva il suo viso era come una finestra spalancata”.
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti


    #litasitcnonsiferma

    Amazon.it: Il mastino dei Baskerville - Doyle, Arthur Conan... Amazon.it: Il giovane Holden - Salinger, J. D., Colombo, M. - Libri La vita bugiarda degli adulti eBook: Ferrante, Elena: Amazon.it...La ragazza con l'orecchino di perla: Amazon.it: Chevalier, Tracy...


    22 Maggio 2020


    Il grande Gatsby, Francis Scott Fitzgerald
    “Gatsby rappresentava tutto ciò che suscita in me disprezzo genuino. Se la personalità è una serie ininterrotta di gesti riusciti, allora c’era in lui qualcosa di splendido, una sensibilità acuita alle promesse della vita, come se fosse collegato a una di quelle macchine complicate che registrano terremoti a ventimila chilometri di distanza.
    Era una dote straordinaria di speranza, una prontezza romantica quale non ho mai trovato in altri, e quale probabilmente non troverò mai più”.
    Suggerito da Giusy Pisano, 2 B LES

    Muriel Barbery, L'eleganza del riccio
    "A che cosa serve l'Arte? A darci la breve ma folgorante illusione della camelia, aprendo al tempo una breccia emotiva che non si può ridurre alla logica animalesca. Come nasce l'Arte? E' generata dalla capacità propria dello spirito di scolpire la sfera sensoriale. Che cosa fa l'Arte per noi? Dà forma e rende visibili le nostre emozioni e, così facendo, conferisce loro quell'impronta di eternità che recano tutte le opere le quali, attraverso una forma particolare, sanno incarnare l'universalità degli affetti umani."
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti


    Vittorino Andreoli, L’educazione (im)possibile
    “Padre e figlio. Una combinazione impronunciabile diventata padre o figlio. Ho sognato che l’educazione, che oggi mi appare impossibile, possa diventare possibile.”
    Suggerito dalla Prof Maria Giovanna Cerbino


    Voltaire, Candide
    “Il lavoro ci tiene lontani tre grandi mali: la noia, il vizio e il bisogno.”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti


    Albert Camus, Esortazione ai medici della peste
    "E non vi è luogo che non vada purificato anche dentro di noi, fin nei recessi del cuore, per mettere dalla nostra parte le poche circostanze favorevoli che ci restano."
    Suggerito dal Prof Tonino Russo


    #litasitcnonsiferma

    Il grande Gatsby (Einaudi): Traduzione di Fernanda Pivano (Einaudi...L'eleganza del Riccio L'educazione (im)possibile - Rizzoli LibriCandide (English Edition) eBook: Voltaire: Amazon.it: Kindle StoreTimisoara Pinto (@TimisoaraPinto) | Twitter


    21 Maggio 2020

     

    U. Galimberti., L'ospite inquietante. Il Nichilismo e i giovani
    "L 'aggressività non sa se scatenarsi su di sé o sugli altri e l' ira di un giorno è subito cancellata da una notte, nella cui vigilia si celebra l'eccesso della vita, oltre la misura concessa, in quella gioiosa confusione di codici, fino al limite dove è il codice della vita a confondersi con quello della morte."
    Suggerito dalla Prof.ssa Maria Marcianò

    Martina Maria Mancassola, Qualche passo dentro me 
    "Come si fa a spiegare il mare a chi vede solo acqua?" 
    Suggerito da Vittoria Magarò, IV A LES

    Ludovico Ariosto, Orlando Furioso
    "Se, come il viso, si mostrasse il core" 
    Suggerito da Federica Sapia, 3 B LES 

    Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo
    “I giovani sentono i dolori più acerbamente dei vecchi: per questi l'uscita di sicurezza è più vicina.“
    Suggerito dal Prof Antonio Russo

    Isabel Allende, Paula
    “Il dolore è inevitabile nel corso di questa vita, mi dicono che quasi sempre è tollerabile se non gli si oppone resistenza e non si aggiungono paura e angoscia”
    Suggerito dalla Prof Patrizia Di Vico

    #litasitcnonsiferma

    L'ospite inquietante (Il nichilismo e i giovani Vol. 1) eBook... Qualche passo dentro me: Amazon.it: Mancassola, Martina Maria: Libri Parafrasi e analisi: Proemio Orlando Furioso | testo a fronte Amazon.it: Il gattopardo. - - Libri Amazon.it: Paula - Allende, Isabel, Allende, Isabel - Libri in...


    20 Maggio 2020


    Adessoscrivo, Noi siamo eclissi
    "N'oublie pas ton courage. È francese, vuol dire: non dimenticarti del tuo coraggio.Sai, quello che ho imparato è che la vita di colpi ne riserva sempre qualcuno e a volte quando credi di esser felice, colpisce. Piano o forte che sia non importa, lei deve ricordarti che la felicità e il dolore sono due sentimenti paralleli, quasi in simbiosi tra loro. Non possiamo essere davvero felici se non abbiamo conosciuto il dolore. E proprio in quei momenti di dolore non devi mai dimenticare che hai coraggio, hai avuto coraggio a sfidarla la vita, a combatterla, a sorridere alla vita e a renderla tua amica. Ma la vita si ribellerà a volte, ma ricordale che tu sei più forte, che non importa quanto colpirà e colorerà di nero tutto, tu sei arcobaleno, e l’arcobaleno splende sempre dopo la pioggia. E tu bagnata correrai sorridendo, perché i fiori non sono appassiti, le farfalle volano forti e tu non ti sei mai arresa”
    Suggerito da Morena Capalbo, IV B SIA

    David Grossman, A un cerbiatto somiglia il mio amore
    "Parlava e parlava e Orah si rammentò di una frase che lei e Ada amavano, tratta da "Carovana di mezzanotte "di Izhar : "Non puoi indicare una stella a qualcuno senza che l'altra tua mano gli si posi sulla spalla"
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    Hermann Hesse, Il lupo della steppa
    "La solitudine è indipendenza: l'avevo desiderata e me l'ero conquistata in tanti anni. Era fredda, questo sì, ma era anche silenziosa, meravigliosamente silenziosa e grande come
    lo spazio freddo e silente nel quale girano gli astri”
    Suggerito dalla Dsga Costanza Campana

    Isabel Allende, La casa degli spiriti
    “Clara abitava un universo inventato da lei, protetta dalle avversità della vita, dove la verità prosaica delle cose materiali si confondeva con la verità tumultuosa dei sogni, nei quali non sempre funzionavano le leggi della fisica e della logica.”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Patrick McGrath, Follia.
    "La vita era uno squallido baratto, soldi contro tempo. Coi soldi potevano comprarsi un po' di tempo, va bene, ma col tempo che cosa si sarebbero comprato?"
    Suggerito dal Prof Antonio Russo

    #litasitcnonsiferma

    Noi siamo eclissi - Adessoscrivo - Libro - Mondadori Store

     Amazon.it: A un cerbiatto somiglia il mio amore - Grossman, David...  Il lupo della steppa (Oscar classici moderni Vol. 142) eBook...  Amazon.it: La casa degli spiriti - Allende, Isabel, Morino, A...  Follia di Patrick McGrath – il libro geniale


    19 Maggio 2020

    Herman Hesse, Narciso e Boccadoro
    "E ti dico ancora: qualunque cosa avvenga di te e di me, comunque si svolga la nostra vita, non accadrà mai che, nel momento in cui tu mi chiami seriamente e senta d'aver bisogno di me, mi trovi sordo al tuo appello. Mai!"
    Suggerito da Maria Mingrone, 3 B LES

    Alessia Gazzola, Arabesque
    “Quando molliamo un luogo, un lavoro, per disillusione o per sfinimento, non è come darla vinta a chi non crede in noi?”
    Suggerito dal Prof Antonio Russo

    Massimo Bisotti, Il Quadro mai dipinto
    “Esiste tutto ciò che crediamo ancora possibile trovare, mentre cessa di esistere tutto ciò in cui smettiamo di credere, perché con gli occhi bassi è difficile cogliere sguardi.”
    Suggerito da Sara Acri, 3 B LES

    #litasitcnonsiferma

    Amazon.it: Narciso e Boccadoro - Hesse, Hermann, Baseggio, C. - Libri Arabesque: La serie dell'Allieva eBook: Gazzola, Alessia: Amazon... Recensione - "Il quadro mai dipinto", Massimo Bisotti | Dreaming...


    18 Maggio 2020

     

    Carlo Castellaneta, PROGETTI DI ALLEGRIA
    "Cercare di cambiarla, questa vita che conduciamo come un destino, rassegnati al capolinea che intravediamo in fondo ai binari, dovrebbe essere l'unico vero obiettivo. Se mi guardo intorno, se osservo i colleghi..."
    Suggerito dalla Prof.ssa Maria Marcianò

    Denis Avey, Auschwitz. Ero il numero 220543
    "Devi combattere per ciò in cui credi, senza subire passivamente e senza aspettarti che altri lottino al posto tuo."
    Suggerito da Ivana Lombisani, 3 B LES

    George Orwell, Animal Farm
    “Tutti gli animali sono uguali, tuttavia alcuni sono più uguali degli altri.”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Susanna Casciani, Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore
    "Come quando abbracci qualcuno e non ce la fai a smettere perché poi lo sai che. Lo sai. Come quando qualcuno ti tocca e tu crolli nemmeno fossi un castello di carte, come quando qualcuno ti chiede se va tutto bene proprio quando va tutto male. Mica una cosa sola, mica una cosa alla volta: tutto.
    Come quando è domenica e ti vedi con qualcuno tanto per non guardarti dentro. Come quando fai un sogno bellissimo e poi ti svegli e capisci che non era vero niente, come quando “non ti amo più “ ma tu ami ancora tanto; come quando qualcosa finisce, ma a finire ci mette un po’ troppo e ti consuma il viso, le dita, i capelli, la bocca. Come quando prendi un caffè con qualcuno che hai amato tanto e non ti ricordi più perché ti piaceva, come quando ti senti invincibile e poi inciampi. Come quando un posto in cui ti sentivi a casa improvvisamente ti fa sentire a disagio. Come quando d’estate i ragazzi si innamorano e si promettono che si scriveranno, ma poi dimenticano di farlo."
    Suggerito da Giada Marino, IV B SIA


    #litasitcnonsiferma

    Progetti di Allegria - Carlo Castellaneta - Libro - Cde - | IBSAuschwitz. Ero il numero 220543 (eNewton Narrativa) eBook: Broomby...Amazon.it: Animal Farm - Orwell, George - Libri in altre lingueMONDADORI - Susanna Casciani - Meglio Soffrire Che Mettere In Un...


    17 Maggio 2020


    Michela Marzano, Idda
    "Ci sono episodi della nostra vita che non passano mai, altri che fanno finta di sparire e invece continuano a condizionarci. Ricordi ingarbugliati che all'improvviso riappaiono, immagini e parole che riaffiorano a casaccio, prima di essere di nuovo avvolte dalle tenebre dell'oblio".
    Suggerito da Maria Capalbo, 3 B LES

    Arseno Siani, Quello che le donne non dicono…
    "Mi dicesti che perdonare non vuol dire cominciare ad amare chi non se lo merita, sforzarsi di provare sentimenti di affetto per chi ci ha fatto soffrire. Perdonare vuol dire personarsi, amare sé stessi al punto di decidere di darsi un’altra possibilità”
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    Anna Todd, After
    - "Di qualsiasi cosa siano fatte le nostre anime, la mia e la sua sono uguali"
    - "Questi siamo noi, tutta rabbia e passione, e adesso anche amore"
    Suggerito da Natalia Bossio, IV A LES
    #litasitcnonsiferma

    Idda” di Michela Marzano, recensione libro  Quello che le donne non dicono | Arsenio Siani  After [Lingua inglese]: Volume 1: Amazon.it: Todd, Anna, Todd...


    16 Maggio 2020


    Albert Camus, L'estate -Ritorno a Tipasa-
    "Imparavo finalmente, nel cuore dell'inverno, che c'era in me un'invincibile estate."
    Suggerito da Vittoria Magarò, IV A LES


    Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare
    “L’uomo non è fatto per la sconfitta.Un uomo può essere distrutto, ma non sconfitto”
    Suggerito da Federica Sapia, 3 B LES


    Jean-Jacques Rousseau, Discorso sull'origine della disuguaglianza tra gli uomini
    'Non mancherebbe niente alla felicità del genere umano se, liquidando il flagello della babele di tante lingue, gli uomini si abituassero a una sola tecnica, e potessero sempre spiegarsi con segni, movimenti e gesti. Ma ora in effetti le cose vanno in modo tale che la condizione degli animali, ritenuti comunemente stupidi, è per questo molto migliore della nostra, perché essi fanno conoscere le loro sensazioni o i loro pensieri senza intermediari, più rapidamente e forse più fedelmente di quanto riesca a fare qualsiasi uomo, soprattutto se deve servirsi di una lingua straniera.''
    Suggerito dalla Prof Giuseppina Grillo

    #litasitcnonsiferma

    L'estate e altri saggi solari (I grandi tascabili Vol. 867) eBook... Il vecchio e il mare - Ernest Hemingway - Libro - Mondadori Store  Discorso sull'origine della disuguaglianza tra gli uomini (Jean...


    15 Maggio 2020

     

    Anne Frank, Diario di Anne Frank
    “Splende il sole, il cielo azzurro intenso soffia un venticello e vorrei tanto... Vorrei... Tutto..." 
    Suggerito da Sofia Aiello, 1 A LES

    Dora Albanese, La scordanza
    "...te lo dico lo stesso, però, perché prima capisci come gira il mondo , meglio è!" " Io le cose te le dico perché devi imparare ad essere felice."
    Suggerito dalla Prof Maria Marcianò

    Antonio Dikele Distefano, Non ho mai avuto la mia età
    "Che ero diverso l'ho imparato stando in mezzo agli altri. Quando mi guardavano con la coda dell'occhio le prime volte che sentivano il mio cognome, quando la maestra o il medico faceva fatica a pronunciare quelle consonanti vicine. Quando leggendo la città in cui ero nato, sorridendomi, mi dicevano "Ma allora sei italianissimo", "Sei più italiano di me". Come se attribuire una cittadinanza occidentale fosse un complimento. Come se dire davanti a tutti, con il sorriso stampato in volto, che non ero africano, perché per loro l'Africa era un paese, mi rendesse più normale. Dimenticavano, mentre provavano ad essere simpatici e amichevoli, che l'identità non me l'aveva data l'Italia, ma i miei genitori e che non spettava a loro dirmi chi fossi. Analizzavano le mie origini, il mio nome e il numero della mia generazione. "Io non sono niente" avrei voluto dirgli e quando rispondevo che non sapevo se sarei rimasto in Italia per sempre, si comportavano come se la cosa fosse giustificata. In me non vedevano un essere umano, ma un nero. "Come sono i tuoi amici?" "Che lingua parlate in casa?" , "L'Italia è un Paese razzista?" mi chiedevano. [...]
    Non ho mai capito i sospetti dell'uomo bianco, mai capito il loro trattarmi come un oggetto da evitare o studiare. Il loro non è razzismo, la loro è presunzione nei confronti di chi ha perso un continente intero dalla memoria."
    Suggerito da Achiropita Orlando, classe IV A SIA

    Diario: L'alloggio segreto, 12 giugno 1942 - 1° agosto 1944 (Super...  La scordanza eBook: Albanese, Dora: Amazon.it: Kindle Store  Non ho mai avuto la mia età eBook: Distefano, Antonio: Amazon.it...


    14 Maggio 2020 

    Susanna Tamaro, Il cerchio magico
    “Anche se tutto finisce, l'amore non finisce mai"
    Suggerito da Francesca Senise, 1 A LES

    Natale Vulcano, L’ adolescenza segreta di KAREN principessa triste
    “Il ricordo è vita. Quando i pensieri diventano insopportabili e niente sembra avere più senso, ricordare il tempo felice aiuta a pensare al passato non come qualcosa che è morto, ma come un’entità che, anche se non esiste fisicamente, vive dentro di noi. E così l’assenza diventa presenza, il pianto sorriso, la nostalgia serenità.”
    Suggerito dalla Prof Letizia Gentile

    Marzia Sicignano, Aria
    “Arriverà qualcuno che sappia riconoscere la tua tristezza senza che tu debba mai dirla solo da uno sguardo solo dai tuoi occhi più scuri del solito come la notte che precede il giorno, arriverà e sarà bellissimo saranno sorrisi e notti lunghi a non smettere di sorridere nel letto, anche distanti al solo pensiero di qualcosa di speciale che hai aspettato tanto chiedendoti perché per te arrivasse soltanto sofferenza e nient'altro, ma per quanto sia una frase fatta arriverà una persona speciale che si impegnerà come da pazzi per farti dimenticare tutto questo dolore: te lo prometto.”
    Suggerito da Maria Teresa Cariati, IV B SIA

    Paulo Coelho, L’ Alchimista
    “L'Anima del Mondo è alimentata dalla felicità degli uomini. O dall'infelicità, dall'invidia, dalla gelosia. Realizzare la propria Leggenda Personale è il solo dovere degli uomini. Tutto è una sola cosa. E quando vuoi davvero qualcosa, l'intero universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni, per quanto sciocchi possano sembrare. Perché sono nostri e soltanto noi sappiamo quanto ci costa sognarli.”
    Suggerito dalla Prof Ivonne Martilotti

    Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie
    “Sapeva che sarebbe stato sufficiente aprire gli occhi per tornare alla sbiadita realtà senza fantasia degli adulti.”
    Suggerito dal Prof Antonio Russo

    Seneca, De Vita Beata
    Mihi iam, quod argumentum est recti, contigit malis displicere.
    (Finisco per essere malvisto dai malvagi e già questa è la prova che sono nel giusto.)
    Suggerito dalla Prof.ssa Maria Marcianò

    #litasitcnonsiferma

    Il cerchio magico: Amazon.it: Tamaro, Susanna: Libri L'adolescenza segreta di Karen principessa triste - falco editore  Aria - Marzia Sicignano | Libri Mondadori  Amazon.it: L'alchimista - Coelho, Paulo - Libri Alice nel paese delle meraviglie - Carroll | Einaudi Ragazzi PPT - SENECA PowerPoint Presentation, free download - ID:2067301


    13 Maggio 2020

     

    Philip Roth, Nemesi

    "Il primo caso di polio quell' state si verificò agli inizi di giugno, subito dopo il Memorial Day, in un quartiere italiano povero all’altro capo della città rispetto al nostro. Dall’angolo sud occidentale di Newark, nella zona ebraica di Weequahic, noi non ne venimmo a conoscenza, e non venimmo a conoscenza nemmeno dei casi successivi, una decina, sparpagliati in quasi tutti i quartieri... Solo il 4 luglio, quando in città si registravano già quaranta casi, sulla prima pagina del quotidiano della sera comparve un articolo dal titolo Autorità sanitaria allerta i genitori contro la polio... L’epidemia di polio del 1916 nel Nord-est degli Stati Uniti, quando si erano riscontrati più di 27 000 casi, con 6 000 morti. E a Newark 1360 casi e 363 morti."

    Suggerito dal Prof Giuseppe Spillino

    Marcel Proust, Alla Ricerca del Tempo Perduto

    "Troviamo tutto nella nostra memoria: è una specie di farmacia, di un laboratorio chimico, dove si mettono le mani a caso, ora su una droga calmante, ora su un veleno pericoloso."

    Suggerito da Francesca Otranto, 2 A SSAS

    P.I.T., La casa del pazzo

    "Ci hai dato una bella lezione di vita, ho capito che il giudizio della gente può fare più male di una coltellata, più di uno schiaffo in faccia. Il giudizio degli altri può rovinarti la vita."

    Suggerito da Alessia Graziano, 2 B AFM

    Maria Venturi, L'amore stretto

    "....e finalmente capii: mi stavo lasciando distruggere dall'infelicità. Mi venne in mente il verso di una antica e bellissima lirica giapponese: Non è niente / solo il tuo amore stretto /che si sta chiudendo per sempre. Era questo a soffocarmi, se non mi fossi separata, ne sarei morta."

    Suggerito dalla Prof Giuseppina Lagaccia

    Pierfrancesco Bruni,La bicicletta di mio padre
    "E' una società senza sogni quella nella quale viviamo. Spesso si confondono i ricordi con la memoria e la storia con il mito senza renderci conto che ciò che resta in fondo lo si attraversa perchè ci sono i simboli che dominano lo scenario del quotidiano. Ma non abbiamo la forza di continuare a raccontare come si raccontava quando il racconto viveva nella vita e si faceva vita. E' una società di uomini anchilosati. Non osiamo più dire..." 

    Suggerito dalla Prof.ssa Maria Marcianò

    #litasitcnonsiferma

    Le Nemesi, Philip Roth. Giulio Einaudi Editore - Super ET Alla ricerca del tempo perduto, Trama e Recensione - Roba da Donne Pit' ora cerca fantasmi e emozioni anche al Sud - Campania - ANSA.it L'amore stretto eBook: Venturi, Maria: Amazon.it: Kindle Store La Bicicletta di mio padre eBook: Pierfranco Bruni: Amazon.it...


    12 Maggio 2020

     

    Peter Hoeg, I quasi adatti
    "Cancellò il tempo. Sapevo che lo avrei ricordato per l'eternità, e che non avrebbero potuto togliermelo, mai, qualunque cosa fosse accaduta. Allora l'attimo divenne un attimo assolutamente senza paura"
    Suggerito dalla Prof Elvira Roseti

    Mattia Ollerongis, Mancherai all'infinito
    "A volte, quando s'incrociano due destini, nascono certe storie d'amore che fanno impallidire i migliori film romantici.
    Gli sarebbe piaciuto saperlo prima che era lei ciò di cui aveva sempre sentito il bisogno. Corpi compatibili, pensieri che s'incastrano alla perfezione a vicenda nei loro viaggi mentali, e il tempo cos'è, se non un attimo che si cristallizza? Ricordi nelľ ambra. Momenti che durano molto di più.
    Suggerito da Luisa De Simone, 2 C AFM

    J.K. Rowling, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
    “La felicità può essere trovata, anche nei tempi più bui, se ci si ricorda di accendere la luce.”
    Suggerito da Assunta Martino, 2A SSAS

    #litasitcnonsiferma

    I quasi adatti" di Peter Høeg - Blog di vocelibera2011  Mancherai all'infinito eBook: Ollerongis, Mattia: Amazon.it...  Harry Potter e il prigioniero di Azkaban: 3: Amazon.it: J. K....

     


    11 Maggio 

     

    Giovanni Rovito, Ricomincia da te
    "Concediti una sconfitta, ma non pensare al futuro se non riesci a superare il presente. Perché sei nel pieno dei tuoi anni, quelli che non torneranno, quelli che rimpiangerai per sempre. Lascia perdere le parole degli altri, perché tutti parlano senza sapere, tutti parlano per invidia. Fidati di me. Impara a dare il giusto peso alle persone e, nel frattempo, lotta col sangue agli occhi, battiti per le cose per le quali daresti una parte di te. Se ti piace qualcuno, lasciati andare. Non pensare a "come sarebbe se..." perché perdi in partenza, ancor prima di gareggiare. Lasciati andare, stammi a sentire, in fondo che hai da perdere? Se hai voglia di vedere qualcuno, perché non dirglielo? La vita è bella perché puoi decidere di rischiare e non pentirtene, bello no?
    Perché la felicità - oltre al corriere che ti porta i pacchi - è anche questa:la consapevolezza di aver rischiato e vinto."
    Suggerito da Alessia Madeo, IV B SIA

    Khaled Hosseini, Il cacciatore di aquiloni
    "Sono diventato la persona che sono all'età di dodici anni, in una gelida giornata invernale del 1975. Ricordo il momento preciso: ero accosciato dietro un muro di argilla mezzo diroccato e sbirciavo di nascosto nel vicolo lungo il torrente ghiacciato. È stato tanto tempo fa. Ma non è vero, come dicono molti, che si può seppellire il passato. Il passato si aggrappa con i suoi artigli al presente. Sono ventisei anni che sbircio di nascosto in quel vicolo deserto. Oggi me ne rendo conto."
    Suggerito dalla Prof Giovanna Dimitri

    Jules Verne, Viaggio al centro della terra.
    "Aveva finalmente inizio il viaggio. Sino a quel momento la fatica aveva prevalso sulle difficoltà, ma d'ora innanzi queste sarebbero nate letteralmente sui nostri passi."
    Suggerito da Angelo Abate, 1 A TUR

    Alessandro Baricco, Oceano Mare
    “Sai cos'è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un’orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno. È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta.”
    Suggerito dalla Prof Patrizia Di Vico

    Emily Brontë, Cime tempestose 
    “Se gli sguardi hanno un linguaggio, anche il più perfetto idiota avrebbe potuto indovinare che io ne ero perdutamente innamorato”.
    Suggerito da Giusy Pisano, 2 B LES

    #litasitcnonsiferma

    GIOVANNI ROVITO (@aforismiyellow) download instagram stories... Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini I Classici della SF: VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA (Voyage au... Enchanted Forest: "Oceano Mare di Alessandro Baricco" -Uno dei... Cime Tempestose, Trama e Recensione - Roba da Donne


    10 Maggio 2020

     

    Miguel Gotor, Aldo Moro. Lettere dalla prigionia
    “Bacia e carezza per me tutti, volto per volto, occhi per occhi, capelli per capelli. A ciascuno una mia immensa tenerezza che passa per le tue mani. Sii forte, mia dolcissima, in questa prova assurda e incomprensibile. Sono le vie del Signore. Vorrei capire, con i miei piccoli occhi mortali come ci si vedrà dopo. Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo.”
    (Lettera alla moglie)
    Suggerito dal Prof Tonino Russo

    Rachael Lippincott, Mikki Daughtry e Tobias Iaconis, A un metro da te
    "Abbiamo bisogno di quel contatto della persona che amiamo come abbiamo bisogno di respirare, non l’ho capito fino a quando non ho più potuto averlo”.
    Suggerito da Anna Montagna, 2 B AFM

    Louisa May Alcott, Piccole donne
    "L'affetto bandisce il timore e la gratitudine può debellare l'odio."
    Suggerito da Liu Jia Qi, 1 A AFM

    Puoi ascoltare in audiolibro:  https://www.liberliber.it/online/autori/autori-a/louisa-may-alcott/piccole-donne-audiolibro/

     Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe

    "Ecco il mio segreto. È molto semplice: si vede solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi."
    Suggerito da Sara Acri, 1 B ODO

    #litasitcnonsiferma

    Lettere dalla prigionia, Aldo Moro. Giulio Einaudi Editore - Gli...  A un metro da te - Rachael Lippincott, Mikki Daughtry, Tobias...  Piccole donne | Audiolibro | Louisa May Alcott | Audible.it  Il Piccolo Principe – Antoine De Saint-Exupery


    9 Maggio 2020

     

    Giovanni Impastato, Oltre i Cento Passi
    "La mafia uccide, il silenzio pure"
    Suggerito da Giuseppe Falcone, 2 A SSAS

    Alessandro D'Avenia, Ciò che inferno non è
    "Togli l’amore e avrai l’inferno, mi dicevi, don Pino. Metti l’amore e avrai ciò che l’inferno non è."
    Suggerito dalla Prof Giuseppina Cersosimo

    Adessoscrivo, Dieci magnitudo
    "Io ho una teoria. La mia teoria riguarda i ‘girasoli’. Seguitemi bene, perché è una teoria tutta mia. I girasoli sono dei fiori particolari: nascono, vivono, e muoiono per il sole. Così come alcune persone, che io chiamo girasoli, vivono per l’amore in tutte le sue forme. Sono persino un po’ attratte dalla sofferenza, come il fiore che vive di tristezza quando il sole va via. Le persone girasole sono persone particolari, le noti subito perché hanno una strana luce dentro gli occhi, e sono belle, belle da morire. E lucenti come un fuoco che arde. È difficile spegnere certe persone: a volte si spengono da sole, mai per gli altri, e hanno questa capacità di illuminare ogni cosa che hanno intorno. Fateci caso. A volte ci sono delle persone che incontrate e vi sentite migliori, perché loro fanno questo, vi fanno sentire qualcos'altro: qualcosa di buono, qualcosa che brilla. I girasoli illuminano ogni posto in cui mettono piede.
    Sono fatte così loro: non puoi amarle, non puoi spegnerle, non puoi non brillare accanto a loro. Sono dei fiori, ma profumati di cielo."
    Suggerito da Rossella Alesina, IV B SIA

    #litasitcnonsiferma

    Oltre i cento passi” di Giovanni Impastato - 1000miglia              Ciò che inferno non è - Alessandro D'Avenia - Lacocio.itDieci magnitudo by Adessoscrivo (pseudonimo)


    8 Maggio 2020

     

    Isabel Allende, Paula
    "I figli, come i libri, sono viaggi all'interno di noi stessi in cui il corpo, la mente e l’anima mutano direzione, si volgono verso il centro stesso dell’esistenza."
    Suggerito dalla Prof. Ivonne Martilotti

    Marzia Sicignano, Aria
    "Il meglio di te lo devi riservare a chi è il meglio per te."
    Suggerito da Jennifer Colella, 1A LES

    R.J. Palacio, Wonder
    "Se ogni persona stabilisse che, ovunque tu sia, cercherai di comportarti in modo gentile più di quanto sia necessario, il mondo sarebbe veramente un posto migliore. E se lo fai, qualcun altro, da qualche parte, un giorno, può riconoscere in te il volto di Dio “
    Suggerito da Francesca Torraco, 2C AFM

    #litasitcnonsiferma

    Paula - Isabel Allende - copertina   Aria eBook by Marzia Sicignano    palacio r. j. - wonder


    7 Maggio 2020

     

    Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare
    "L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non può essere sconfitto”.
    Suggerito da Kevin Pio Elia, 1A ART.

    Kim Wilkins, Cercatore di perle
    “I suoi occhi erano pieni di sogni. E i sogni potevano essere pericolosi”.
    Suggerito da Giusy Pisano, 2 B LES

    Susanna Tamaro, Va' dove ti porta il cuore
    “Quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la tua stessa profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno che sei venuta al mondo. Senza farti distrarre da nulla, aspetta, aspetta ancora, stai ferma in silenzio e ascolta il tuo cuore. E quando poi ti parla alzati e va' dove lui ti porta, va' dove ti porta il cuore.”
    Suggerito da Caterina Viola, IV B SIA

    #litasitcnonsiferma

    Il vecchio e il mare - Hemingway, Ernest - Ebook - EPUB con DRM | IBS    Cercatore di perle - Kim Wilkins - Libro - Mondadori - Gaia junior...    Va dove ti porta il cuore - Susanna Tamaro - Libro - Baldini...


    6 Maggio 2020

     

    Marcel Proust, La Prigioniera
    “Il solo vero viaggio, il solo bagno di giovinezza, non sarebbe quello di andare verso nuovi paesaggi, ma di avere occhi diversi, di vedere l’universo con gli occhi di un altro, di cento altri, di vedere i cento universi che ciascuno di essi vede, che ciascuno di essi è”.
    Suggerito da Giada Malieni, 2C AFM 

    Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio
    "Sono poche le persone alle quali voglio veramente bene e ancor meno quelle delle quali ho una buona opinione. Più conosco il mondo più ne sono scontenta; ogni giorno conferma la mia convinzione dell'incoerenza del carattere umano e della poca fiducia che possiamo riporre in tutto ciò che può apparire merito o intelligenza."
    Suggerito da Antonella Perri IVB SIA

    #litasitcnonsiferma

    Alla ricerca del tempo perduto - V. La prigioniera - Marcel Proust...          Orgoglio e pregiudizio - Austen, Jane - Ebook - EPUB con DRM | IBS


    5 Maggio 2020

    Oriana Fallaci, Un uomo
    "Dire che il popolo è sempre vittima, sempre innocente, è un'ipocrisia e una menzogna e un insulto alla dignità di ogni uomo, di ogni donna, di ogni persona. Un popolo è fatto di uomini, donne, persone, ciascuna di queste persone ha il dovere di scegliere, di decidere per se stessa; e non si cessa di scegliere, di decidere, perché non si è né generali, né ricchi né potenti."
    Suggerito dalla Dsga Costanza Campana

    Hannah Arendt, La banalità del male
    “Le azioni erano mostruose, ma chi le fece era pressoché normale, né demoniaco, né mostruoso.”
    Suggerito dalla Prof. Mariagiovanna Cerbino

    Un uomo - Rizzoli Libri       La banalità del male


    4 Maggio 2020

    Luis Sepùlveda, La Fine Della Storia
    "Erano vent’anni che non mettevo piede in quelle città dalle estati infernali e non avevo intenzione di fermarmi più a lungo del necessario. Stavo andando a un appuntamento che non avevo cercato né voluto, e ci stavo andando perché non si sfugge alla propria ombra. Non importa dove stiamo andando, l’ombra di ciò che abbiamo fatto e siamo stati ci perseguita con la tenacia di una maledizione."
    suggerito dalla Prof. Elvira Roseti

    Luis Sepùlveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
    "“Promettimi che non ti mangerai l'uovo.”
    “Promettimi che ne avrai cura finché non sarà nato il piccolo.”
    “E promettimi che gli insegnerai a volare.”
    suggerito da Mariassunta Leotta, IB Odo

    La fine della storia" di Luis Sepúlveda - Il Libraio


    3 Maggio 2020

    Khaled Hosseini, Mille splendidi soli

    “I ragazzi, aveva capito, trattavano l'amicizia alla stessa stregua del sole: ne davano per scontata l'esistenza, e traevano il massimo godimento dal suo splendore solo quando non lo guardavano direttamente.”

    Suggerito dalla Dsga Costanza Campana

    #litasitcnonsiferma

    MILLE SPLENDIDI SOLI: HOSSEINI RACCONTA LE DONNE AFGHANE E LA LORO...


    2 Maggio 2020

    Rupi Kaur, Milk and honey

    “Se sei nata con la debolezza di cadere sei nata anche con la forza di rialzarti”.

    da Arianna Talarico, VB AFM

    #litasitcnonsiferma

    9788867024032 MILK AND honey. Parole d'amore, di dolore, di perd...


    1 Maggio 2020

    Paolo VI, Populorum Progressio
    "Il lavoro è umano solo se resta intelligente e libero"

    #litasitcnonsiferma

    50 años de la Populorum Progressio - Periodista Digital

  • Il Maggio dei libri.

    Centro per il Libro e la Lettura - Il Maggio dei Libri

    Sì, #litasitcnonsifermae anche quest’anno partecipa a IL MAGGIO DEI LIBRI –SE LEGGO SCOPRO-

    Inizia domani la nostra staffetta di consigli, di libri del cuore Un Libro e anche Più per Ogni Giorno di Maggioche docenti e studenti, proprio come i tedofori, si passeranno e si scambieranno per aiutarsi a scoprire nuovi modi di guardare il mondo…

    «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.»

    Umberto Eco

    Continua… 

     

     

  • Realizzare le mascherine. Proposta dell'ITAS ITC di Corigliano Rossano, settore Moda.

    Istituto Tecnologico Tessile Abbigliamento e Moda – Sistema Moda

    La Scuola non si ferma e l’IIS ITAS ITC di Rossano continua ad accompagnare i propri studenti, soprattutto in questi mesi così delicati per tutti noi…

    Tra le tante attività di questo periodo di sospensione delle attività di didattica in presenza, oggi vogliamo proporre un tutorial che potrà essere utile a quanti vorranno realizzare delle mascherine. Le studentesse dell’Indirizzo Sistema Moda, guidate dalla loro docente, ci invitano a realizzarle, così come hanno fatto loro e a donarle a chi, in questi giorni, sta lavorando per il bene di tutti. Un tutorial semplice, ma molto utile…

    Un esempio, questo, di didattica di vicinanza che i docenti tutti dell’Istituto stanno realizzando con i propri studenti, continuando ad accompagnarli, nel migliore dei modi, alla fine dell’anno scolastico e alla tanto attesa Maturità.